Di seguito illustreremo quella che è stata la storia di uno dei club più tifati dalla regione pugliese. Andremo a illustrare quella che è la storia del club SSC Bari, del suo percorso caratterizzato da alti e bassi, tra lotte nelle basse serie e soddisfazioni nella massima serie.

La nascita del club

Inizialmente il primo club pugliese nacque tramite  una organizzazione di studenti pugliesi, nel 1901. Mentre la vera e propria nascita del club di Bari risale al 1908 con la fondazione del Foot-Ball Club Bari. La squadra di calcio era principalmente formata oltre che da giocatori baresi, anche da stranieri e provenienti da altre regioni della penisola.

Purtroppo la formazione per i suoi primi anni di nascita non potè partecipare a competizioni ufficili, ne disputare partite che fossero di caratura ufficiale. La squadra si ritrovava per giocare principalmente contro squadre di marinai che provenivano dall’Inghilterra e che sbarcavo al porto di Bari.
ll club crebbe molto a livello di numero di giocatori, tanto che dal F.B.C Bari si scisserò due nuove squadre nel 1908, l’Unione Sportiva Ideale e il Foot-Ball Club Liberty. Le tre formazioni si sfidavano in partite amichevoli tra di loro, ma la situazione per quanto riguarda il carattere ufficiale migliorò. Infatti la formazione principale partecipò al campionato di seconda categoria meridionale, in cui perse contro il Naples Foot-Ball Club, mentre la squadra delle riserve vinse il girone regionale di terza categoria a punteggio pieno contro lo Sporting Club Lecce e il Pro Italia.
Nel periodo della guerra l’F.B.C Bari si sciolse, mentre le due succursali riuscirono a mantenersi finanziariamente.

Negli anni 1927-1928 il Liberty raggiunse la divisione Nazionale. L’anno successivo venne indetto un referendum per scegliere un simbolo per la squadra di calcio Bari. Venne scelto il galletto( le alternative furono gli scoiattoli, gli aquilotti i passerotti e le gazzelle). Nel frattempo Liberty e Ideale decisero di unirsi per formare l’Unione Sportiva Bari(U.S Bari). L’U.S Bari fu la prima squadra pugliese a partecipare nella massima serie. Nella stagione 1928-29 la lega venne riorganizzata, e dopo un tredicesimo posto in divisione nazionale il Bari si classificò per la nuova Serie B.

Nella stagione 1934-35 il Bari riuscì ad accedere alla massima serie con la guida di András Kuttik. La permanenza in serie A si protrasse fino al 1941.

Il Bari oggi

Il 16 Luglio del 2018 la società di calcio SSC Bari venne dichiarata fallita e estromessa dalla serie B. Il 31 Luglio Aurelio De Laurentis, l’attuale presidente del Napoli, diventa il nuovo presidente della società.
La squadra pugliese, costretta a ripartire dalla Serie D, passa nelle mani dell’imprenditore e produttore cinematografico. Il suo Bari si rivela subito combattente per le prime posizioni della classifica, e nonostante un gioco sterile riesce a conquistarsi la promozione in Serie C con due giornate di anticipo.
Durante la sessione estiva di mercato la formazione barese ha subito una grande svolta. Dopo l’addio dei veterani Brienza e Bolzoni, la squadra è cambiata completamente. Tra i giocatori rimasti dalla scorsa stagione si ricorda principalmente il capitano Valerio di Cesare. Il difensore centrale, nel recente 4-3-1-2 adottato dal mister Vincenzo Vivarini, è affiancato da Sabbione, il neo acquisto del Bari, arrivato dal Carpi. In porta invece spazio a Frattali, acquistato dal Parma. I ruoli alle fasce sono affidati a Perrotta e Berra, acuistati rispettivamente da Pescara e Pro Vercelli. il centrocampo invece è affidato a Hamlili, Scavone e Bianco, quest’ultimi arrivati da Parma e Perugia. Il ruolo di trequartista è ricoperto da Giovanni Terrani, che la passata stagione ha indossato la maglia del Piacenza. I due attaccanti del modulo invece sono Antenucci e Simone Simeri. Il bomber partenopeo, arrivato a Bari la passata stagione, ha siglato 13 gol e 9 assist con la maglia dei galletti. Mentre l’ex Spal si sta confermando sempre di più come capocannoniere del Bari con i suoi 13 gol in campionato, e 2 gol in coppa italia Serie C. Si trova a un gol di distanza da Simone Corazza, punta centrale della Reggina, nella classifica capocannonieri del girone C.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here