Niente Irpef e né contributi previdenziali e assistenziali.

Un buco di 400mila euro che un Azienda agricola operante nel foggiano avrebbe cercato di occultare insieme ai 91 lavoratori presenti al suo interno e tutti rigorosamente stipendiati  in nero.

Diciamo che se c’è domanda arriva pure l’offerta, questa è una legge di mercato antica come i numeri ma questa mattina i militari della Guardia di Finanza hanno smantellato  la cattiva gestione dei titolari colpevoli “solo” di aver omesso tutti gli  adempimenti fiscali a favore dei lavoratori. Avrebbero comunicato si l’assunzione dei 91 braccianti tralasciando però tutti gli obblighi previdenziali  e assistenziali in materia fiscale fino ad arrivare ad omettere 400mila euro al Fisco. Una semplice dimenticanza a cui il Fisco ha subito offerto “assistenza”