Quante olive si possono mangiare ogni giorno? Ecco la risposta

Versatili e protagoniste indiscusse della dieta mediterranea le olive vengono consumate sempre di più, vediamo insieme in quale misura sarebbe bene mangiarle.

In tutta italia vengono consumate tantissime olive ogni giorno, non soltanto dal momento che da loro si ricava il pregiato olio extra vergine di oliva, motivo di orgoglio nel nostro Paese, ma anche perché vengono utilizzate in tantissimi contesti: negli happy hour come stuzzichini da mangiare tra un drink e l’altro, nei condimenti dei primi piatti assieme al sugo di pomodoro e al pesto, come creme spalmabili, sulla pizza e sulla focaccia ed anche per accompagnare secondi piatti a base di verdure, pesce e carne. 

Praticamente si tratta di un alimento altamente versatile che sta bene con ogni cosa ed in qualsiasi momento della giornata. Per questo motivo sarebbe bene fare un po’ di chiarezza su quante olive sarebbe opportuno consumare al giorno senza farne abuso ed imparare a riconoscere i loro valori nutrizionali. 

I grassi buoni contenuti nelle olive: una vera e propria miniera d’oro dal punto di vista alimentare 

Le olive, siano esse nere o verdi, hanno un valore nutrizionale davvero positivo dal momento che al loro interno contengono un grande quantitativo di grassi monoinsaturi, in gergo comune chiamati “grassi buoni”, 15 % per le olive verdi e 25 % per quelle di colore nero. Oltre ai grassi monoinsaturi, le olive prevedono anche una quantità non indifferente di antiossidanti fondamentali per la salute del nostro organismo, come ad esempio il betacarotene e la vitamina E, senza contare tutti i minerali inclusi come potassio, calcio e magnesio, solo per citarne alcuni.

I grassi buoni presenti nelle olive aiutano il corpo ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo e ad incrementare quelli di colesterolo “buono” scientificamente chiamato come HDL oltre che ad aiutare il fegato nel suo compito detossificante per tutto l’organismo. Tutte queste loro proprietà le rendono quindi delle ottime alleate nella lotta contro i radicali liberi che causano l’invecchiamento dei tessuti e nella cura della bellezza di pelle, unghie e capelli, aiutano infatti a rendere i tessuti cutanei più giovani ed elastici riducendo così smagliature e cicatrici. 

Le olive inoltre hanno al loro interno un grandissimo contenuto di sostanze chiamate polifenoli che racchiudono una molecola molto utile chiamata oleocantale, che ha poteri antinfiammatori ed analgesici del tutto naturali. Alla luce di tutto questo è chiaro che il consumo di olive è un vero toccasana per il nostro corpo, vediamo insieme in che misura sarebbe opportuno consumarne in una giornata.

Olive verdi e nere: quante consumarne al giorno?

Ovviamente non esiste una regola generale per quanto riguarda l’alimentazione visto che siamo tutti diversi e per questo motivo tutti necessitiamo di un numero diverso di calorie da consumare nell’arco di una giornata. Questo in base al nostro peso, alla nostra età, alle condizioni di salute e allo stile di vita che conduciamo.

Di norma però possiamo affermare che, un individuo normale, senza particolari caratteristiche e problemi di salute farebbe bene a consumare tra i due ed i tre cucchiaini di olio d’oliva al giorno mentre, per quanto riguarda le olive tra le sei e le otto in qualsivoglia modo egli preferisca, se in salamoia sarebbe opportuno non aggiungere ulteriore sale in quanto queste sono già piene di sodio.