Bari. Un decesso per cause ancora da appurare è stato registrato all’interno del Pronto Soccorso. La vittima Giulia Minnini  48 anni, si era presentata presso l Azienda Ospedaliera dopo che già precedentemente, Domenica 9 Febbraio un   mal di gola  apparente quanto

sospetto l’aveva costretta a farsi accompagnare per una visita, dalla guardia medica prima e dal suo medico di base una seconda volta

Si legge sulla denuncia presentata ai Carabinieri dai suoi familiari, che nessuna indagine approfondita è stata fatta nei confronti della donna, pur essendosi

essa stessa presentata più volte accompagnata prima dalla guardia medica ed in un secondo momento dal suo medico di base, si legge. Purtroppo l intervento del 118 successivo all’ennesima richiesta d aiuto   per il trasporto all’interno al Pronto Soccorso  non ha potuto fare altro che registrare il decesso.

Il pm Latissa Catella al momento ha disposto il sequestro della salma. Fin quando non  sarà l autopsia attraverso tutta la documentazione acquisita in sede di autorità giudiziaria a significare

l apertura del fascicolo da assegnare al magistrato per l’ apertura dell inchiesta unito a  la formulazione di ipotesi di reato e le conseguenti trascrizioni

nel registro degli indagati, siamo di fronte a

l’ennesima voce che non ha avuto ascolto. Quella di Giulia, è rappresentativa come vicenda di spicco in uno scenario sanitario da cui ci si deve imparare e difendere prima di varcale la soglia. Spesso accade questo.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here