Il miele fa dimagrire o ingrassare? Questo è l’oggetto di controversia tra nutrizionisti ed esperti. C’è chi sostiene che il miele, grazie alle proprietà che vanta, fa dimagrire e c’è invece chi afferma il contrario.

Insomma, qual è la verità?

Facciamo un po’ di chiarezza al riguardo in quanto sul web circolazioni informazioni per nulla veritiere e talvolta si creano falsi allarmismi per errata conoscenza.

Dieta del miele: come funziona?

Sembra incredibile, ma la dieta del miele apporta i suoi vantaggi, questo è quanto affermato dal nutrizionista Mike McInnes.

La Honey Diet ha proprietà dimagranti se si segue uno specifico regime alimentare basato sul miele.  Ecco come funziona: il miele fa perdere i chili di troppo per due semplici motivi: brucia i grassi e d’altro canto conferisce un grande impatto emotivo in quanto aiuta a non desiderare dolci, perché di per sé è già un ingrediente prettamente dolce.

Prendendo in considerazione questo tipo di dieta si può perdere tra 1 kg o poco più, in una sola settimana, proprio così, ma a patto di stare attenti ad alcuni piccoli fattori.

Partiamo immediatamente dal presupposto che non occorre fare alcuna rinuncia, la diet honey consente di mangiare di tutto, la cosa importante però, è seguire un regime alimentare sano ma soprattutto equilibrato.

Il dolce è consentito solamente se è realizzato con il miele. Niente zucchero, perché si rivela di gran lunga più ingrassante rispetto ai grassi stessi. 

Vanno assolutamente banditi i carboidrati raffinati, quali pane, pasta e riso bianco perché aumenta il livello di glucosio nel sangue, meglio dunque prediligere i cereali integrali perché ricchi di fibre,  aumentano il senso di sazietà e favoriscono anche la motilità intestinale.

I carboidrati integrali vanno aggiunti ad ogni pasto, essi devono rappresentare ¼ del pasto, questo è doveroso sottolinearlo perché altrimenti non si potranno raggiungere i suddetti risultati come anticipato in precedenza.

Vediamo nello specifico quali alimenti integrare nel pasto.

Dieta del miele: cosa mangiare per perdere i chili di troppo?

Come abbiamo detto, i cereali integrali devono rappresentare ¼ del pasto, al loro posto sono consentiti i legumi, perché ricchi di proteine. 

Da prediligere anche le carni, ma quelle bianche e il pesce. La verdura può essere consumata in gran quantità perché pure in questo caso l’indice di sazietà è particolarmente elevato, e una volta consumata non si avvertirà più fame. 

La frutta va mangiata con moderazione e non bisogna superare le due porzioni al giorno.

Attenzione al condimento, deve essere molto leggero e non troppo pesante. Via libera al tuorlo d’uovo, tofu, ortaggi, fiocchi di latte magri.

Miele: quando consumarlo per poter massimizzare i benefici?

Secondo il nutrizionista, lo zucchero deve essere sostituito esclusivamente con il miele, poi, per ottenere un ottimo effetto dimagrante, bisogna consumarne un cucchiaio prima di andare a letto. Infatti è proprio durante il sonno che si possono ottenere i maggiori benefici.

A differenza dei glucidi raffinati, questo ingrediente non innalza i livelli di glucosio nel sangue, quindi favorisce lo smaltimento dei lipidi e dei grassi.

Particolare attenzione merita un altro fattore: consumandone un cucchiaino la sera, la qualità del sonno migliora di gran lunga, perché ha la capacità di proteggere il cervello da sovraccarico di zuccheri.

Quindi, alla domanda “Il miele fa dimagrire?” La risposta è certamente affermativa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here