Mangiare datteri è un’abitudine salutare per il tuo organismo. Sono un frutto della palma da dattero tipica dell’Africa e dell’Asia. Vediamo le sue proprietà benefiche e cosa ne pensa l’esperto 

Quanto può far bene mangiare datteri? 

Mangiare datteri fa bene perché sono un frutto con molte proprietà salutari per il tuo organismo. In Medio Oriente, fanno parte da sempre del loro stile alimentare perché riconosciuti come un elemento importante nell’alimentazione.

 Ne esistono diverse varietà, il dattero è sottoposto all’essiccazione prima di essere conservato: questo permette di accumulare un numero maggiore di zuccheri e questo consente di conservarlo più a lungo oltre a rendere più intenso il gusto. 100 grammi di datteri contengono 128 calorie: cioè non si può definire un frutto adatto per chi è a dieta. Contiene diversi amminoacidi, zuccheri ma basse quantità di grassi: se soffri di patologie particolari chiedi prima il parere al tuo medico specie se ti è stato suggerito di evitare gli alimenti ad alto tasso glicemico. Però, proprio per queste caratteristiche, rappresenta un alimento adatto agli sportivi. Se poi il dattero è secco assimili quasi il doppio delle calorie. Devi mangiarlo con moderazione tenendo presente che una sola porzione è la stessa quantità di più frutti. 

A renderlo così noto sono le vitamine e i sali minerali in esso contenuti, specie quelle del gruppo C. L’azione antiossidante è data dalla luteina e dal beta-carotene: inattivano i radicali liberi. Apportano benefici a livello cardiovascolare, migliorano la vista, sono indicati contro la stitichezza, e hanno proprietà energizzanti. Inoltre, sembrerebbe che alcuni studi abbiano confermato la possibilità di trarre beneficio per ridurre l’incidenza di tumore al seno. 

Come consumare i datteri

I datteri puoi acquistarli freschi oppure disidratati, quello fresco non è così facile da trovare ed ha un gusto meno intenso di quello disidratato perché contiene meno zucchero. Quando sei al supermercato controlla che siano di coltivazione biologica. Puoi preparare delle gustose marmellate o dei dolci dove usi i datteri al posto dello zucchero. Nella maggior parte dei casi si consumano come snack. Sono ottimi come spuntino perché aiutano la concentrazione. 

Sei abituata ad usarli come ingrediente per i dolci ma, se non hai mai provato, puoi sperimentare l’uso anche in piatti salati. Il fagiano con i datteri oppure il filetto di maiale, se invece preferisci il pesce puoi acquistare del pesce spada cucinato al vapore e insaporirlo con olio e qualche dattero. L’importante è che tu presti sempre molta attenzione all’acquisto leggendo la data di scadenza. Non è una buona abitudine il consumo quotidiano ma può essere quello spuntino alternativo quando sei stufa di quelli soliti.