Mangiare seitan ogni giorno, secondo molti, permette di sostituire le tradizionali fonti di proteine. Occorre però inserirlo nella tua dieta in modo equilibrato. Ecco cosa accade quando mangi seitan ogni giorno 

Mangiare seitan ogni giorno vediamo cosa accade 

Il seitan sostituisce le proteine animali ed è a base vegetale. Nella ricetta tradizionale, viene estratto il glutine e poi impastato con acqua insaporita con aromi e soia. Molto noto nella cucina vegana e vegetariana lo rende un perfetto sostituto della carne. Anche dall’aspetto sembra assomigliare alla carne ma ha una consistenza più morbida. Lo puoi acquistare a cubetti, affettato, affettato o a forma di salsicce. 

Le fibre sono presenti in piccole quantità e tra le vitamine, presenti in quantità apprezzabili abbiamo quelle del gruppo B, inoltre si aggiungono anche potassio, magnesio e sali minerali. Scarseggia la lisina, il ferro e la vitamina B12. Da questo puoi renderti conto che non può sostituire per proteine la carne. Quindi indicarlo come un perfetto sostituto è errato. Certamente più dietetico della carne grazie alla minor presenza di grassi insaturi e quindi integrabile all’interno di una dieta. Potrebbe favorire la sensibilità al glutine. 

Inoltre, genera un aumento importante della glicemia quindi, se soffri di diabete è certamente sconsigliato. È sconsigliato anche in presenza di colon irritabile e patologie gastrointestinali. Per sapere cosa stai davvero mangiando devi imparare a conoscere quell’alimento perché solo in questo modo riuscirai ad ottenere il giusto apporto ed equilibrio all’interno della tua alimentazione. 

Come consumare al meglio il seitan 

Anche se non sei vegano o vegetariano il seitan, usato con moderazione, può essere un’interessante alternativa. Il gusto è davvero intenso quindi riesce ad abbinarsi alle verdure o alle salse. Puoi prepararlo in tanti modi diversi per poter preparare per i tuoi ospiti un gustoso piatto inusuale. Considerando che puoi trovarlo affettato in vari modi puoi cucinarlo come fosse della carne accompagnandolo alle verdure: lo passi nella farina e poi in padella con olio e aromi. La carne potrebbe essere marinata anche per conferirgli un sapore ancora più intenso. L’alternativa è utilizzare della passata di pomodoro per condirlo alla pizzaiola. In entrambi i casi i tempi di cottura sono davvero molto brevi.

 Al supermercato potresti trovarli già pronti come hamburger quindi da cucinare in padella o alla piastra. Se vuoi prepararli tu devi tritare il seitan e mescolarlo con soia, maizena ed erbette aromatiche. Cucinato alla griglia è semplicemente perfetto durante il periodo estivo da accompagnare con delle gustose verdure. Preparalo come delle polpettine cotte al forno oppure fritte con una salsa tatziki. 

Una ricetta da servire calda durante i mesi invernali è lo stufato. Il seitan deve essere cucinato assieme alle verdure per circa venti minuti poi aggiungi del rosmarino. L’insalata fa da accompagnamento in ogni stagione. Un alimento vegetale che dimostra avere anche una certa versatilità interessante in cucina. Prima però di provarlo si consiglia di consultare il medico per verificare che non ci siano patologie che possano vietarne assolutamente l’uso.