Gli hamburger sono un cibo molto in voga nei fast food e non solo. La loro preparazione segue un procedimento particolare, vediamo tutta la verità su come sono fatti

Fanno davvero male gli hamburger? 

Gli hamburger sono un alimento che potrebbe far male se non confezionato correttamente. Quando vai al supermercato puoi accorgerti che gli hamburger sono già pronti, spesso si tratta di un misto di carni. Questo vuol dire che per essere escluso il rischio di qualsiasi batterio devi effettuare una buona cottura. È proprio questo quello che non accade e dunque è così che si corrono i rischi maggiori. 

L’hamburger per essere davvero molto salutare dovresti farti macinare un buon taglio di carne e poi prepararlo con una cottura adeguata a casa. Quello che poi rischia di aggravare la poca salubrità dell’hamburger sono le salse che potresti aggiungere e le patatine fritte. Così davvero corri il rischio dell’obesità se per te diventa un’abitudine mangiarlo. 

Un buon hamburger di chianina, ottima scelta di carne, sarebbe davvero il top. È per questa ragione che è sconsigliato acquistarli già pronti. La cottura ideale sarebbe alla piastra ma spesso lo si prepara anche in padella. Quello che l’incrimina è proprio la scarsa qualità della carne usata. Un’abitudine importata dall’America dove rappresenta un vero e proprio simbolo. Nel corso del tempo ci si è accorti che se il taglio di carne è pregiato, l’hamburger può essere un ottimo spunto per preparare un gustoso panino. 

Come preparare un hamburger salutare

L’hamburger piace molto ai bambini e non solo ma devi prestare un’attenzione particolare alla scelta della carne. Se ti rivolgi al tuo macellaio di fiducia lui saprà darti le indicazioni migliori e li porterai a casa già pronti. In alternativa scegli un taglio di carne da farti macinare e a casa preparali solo all’occorrenza. Puoi trovare nei negozi di casalinghi dei pratici sistemi per poter realizzare un hamburger perfetto. 

Quando gli acquisti al supermercato consumali sempre entro la data di scadenza e, se all’apertura, noterai qualcosa che ti insospettisce come un cattivo odore o un colore differente dal rosso vivo, meglio non utilizzare quella carne. 

L’hamburger deve avere un sapore gustoso anche senza l’aggiunta di salse anche se spesso si utilizzano per arricchirlo. L’impasto dell’hamburger contiene sale e qualche volta anche pepe. Puoi gustarlo all’interno di un panino aggiungendo pomodori e insalata o, in alternativa dei sottaceto. La versione migliore per gustare appieno il gusto puoi cucinarlo alla piastra e poi condirlo con dell’olio extravergine di oliva. 

Se ne hai preparati in quantità congelati ma consumali entro un mese. Quelli confezionati, talvolta contengono anche carne di pollo da considerarla piuttosto delicata, e quindi più facilmente deteriorabile. È per questa ragione che spesso, dopo qualche giorno, puoi notare in frigorifero l’hamburger che ha cambiato colore solo in alcuni punti. In ogni caso sarebbe meglio non consumarlo. La quantità necessaria per realizzare un hamburger dipende dalla grandezza ma anche dallo spessore, spesso si trovano in vendita già da 100 grammi.