Il tofu va cotto o mangiato crudo? Ecco la risposta 

Il tofu è un alimento ottenuto dalla soia che, nelle diete vegane, viene inserito in sostituzione dei preparati proteici di origine animale. Si ottiene dalla coagulazione delle proteine del latte di soia. Ma qual è il modo migliore per gustare il tofu? Il tofu va cotto o mangiato crudo? Ecco la risposta degli esperti in materia culinaria.

Il tofu

Il tofu è un alimento originario della Cina, anche se il suo nome è giapponese è vuol dire “carne senza ossa”. Il tofu può essere un sostituto del formaggio in caso di intolleranza al lattosio o per chi segue una dieta vegana.

Il tofu viene venduto in blocchi, questi più o meno rigidi, confezionati sottovuoto. Questi blocchi sono in genere pronti per essere tagliati o per partecipare, in qualità di ingredienti, ad altre ricette culinarie. Il sapore del tofu è neutro ma in commercio esistono anche varietà aromatizzate alle erbe, alle olive o alla senape. 

Dal punto di vista nutrizionale, il tofu è privo di colesterolo e contiene pochi grassi saturi, aiuta a prevenire l’ipercolesterolemia e a riequilibrare le concentrazioni dei lipidi plasmatici nel sangue. il tofu è poi ricco di potassio e carente di sodio e calorie, aiuta contro la pressione alta, combatte il sovrappeso, può fornire un prezioso e valido aiuto in caso di sindrome metabolica.

Il tofu va cotto o mangiato crudo?

Come si cucina il tofu? Il tofu va cotto o mangiato crudo? In cucina il tofu offre molta versatilità e può essere consumato in entrambi i modi.

Le ricette sono tante: Il tofu crudo deve prevalentemente essere sbollentato in acqua per 3 minuti quindi fatto raffreddare e tagliato a fette. Lo si può condire con olio extravergine di oliva, salsa di soia oppure marinarlo con olio, erbe, spezie e agrumi. Il tofu crudo può essere condito anche con spezie piccanti come la paprika, il peperoncino e il curry. Perfetti anche prezzemolo e basilico.

Il tofu crudo può essere anche adoperato come condimento per la pasta, magari stufato con pomodori e cipolla per accompagnare un ragù oppure può essere frullato per mantecare una pasta  con verdure.

Il tofu crudo si può fare anche strapazzato: lo si sbriciola con le mani e lo si aggiunge a un’insalata o lo si condisce con un sugo o con verdure di stagione.

Più fantasia per il tofu cotto: potete tritare il tofu, amalgamarlo con spezie, erbe e pangrattato e realizzare delle deliziose polpette da cuocere in padella con olio di semi.

Potete cuocere il tofu al forno, portando in tavola un secondo piatto completo sotto ogni punto di vista. Sarà ottimo accompagnato con una salsa verde.

Il tofu può anche essere utilizzato per preparare torte: il suo sapore neutro lo rende quale un complemento ideale per i dolci quindi può essere aggiunto tra gli ingredienti da amalgamare per fare una torta, poi da cuocere in forno. Il tofu, se viene poi aromatizzato e frullato, può anche diventare una crema di farcitura per una torta dietetica. 


Puglia24News.it è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News