Ristoranti irregolari a Polignano a Mare, trovati dalla Guardia Costiera, a seguito di una lunga indagine, Venerdì i militari del Nucleo di Polizia Ambientale hanno confermato l’irregolarità e l’abusivismo di attività commerciali. Nello specifico il ristorante di Grotta Palazzese, si trovava a 30 metri dal confine marino, soprattutto sono state sequestrate, una serie di zone e opere differenti, precisamente la cucina, un vano tecnico, un terrazzo con una passerella sul mare, insieme ad una canna fumaria, insieme all’estrattore d’aria e vari accessori, tutte zone senza autorizzazione da parte dell’Autorità Marittima, andando contro l’articolo 55 del Codice della Navigazione, neanche quella di Sovrintendenza.

Un altro ristorante nelle vicinanze di Lama Monachile, i proprietari stavano costruendo sul proprio ristorante un terrazzino, senza nessuna autorizzazione, una struttura di legno. I ristoranti sono situati in un’area sottoposta a zona paesaggistica e monumentale, vista l’importanza storica dell’edificio. I proprietari sono stati denunciati dalle autorità competenti.