La vitamina D fa dimagrire? La risposta della medicina

La vitamina D è un importante costituente che non deve mancare per l’organismo. La vitamina D ha tante proprietà. Ma tra queste c’è anche quella di favorire la perdita del peso corporeo? La vitamina D fa dimagrire? Ecco la risposta della medicina.

La vitamina D

Tutti conosciamo l’importanza della vitamina D per l’organismo e la associamo allo sviluppo delle ossa. Ma la vitamina D non fa solo questo. Non ci crederete ma la vitamina D fa dimagrire.

La vitamina D fa dimagrire

La vitamina fa dimagrire? La risposta della medicina è sì, la vitamina D ha potenti effetti brucia grassi.

Studi recenti hanno dimostrato che esiste un legame importante fra dei livelli molto bassi di vitamina D nel sangue e la tendenza all’obesità. Questo perché la vitamina D favorisce la produzione della leptina, l’ormone del senso di sazietà. Bassi livelli di vitamina D sono poi collegati a un difetto dell’insulina, che predispone alla sindrome metabolica che, a sua volta, favorisce l’accumulo di grasso sull’addome.

La vitamina D riduce poi le citochine, sostanze che sono colpevoli dell’infiammazione che causa l’aumento degli adipociti, le cellule grasse. La vitamina D favorisce la completa demolizione del tessuto adiposo, riducendo le cellule di grasso corporeo e facendo calare il peso della persona.

Assumere vitamina D è utile per chi vuole dimagrire togliendo centimetri al girovita. A determinare questo tipo di eccesso di adipe sono gli zuccheri, che si depositano nelle cellule adipose sotto forma di grasso. La vitamina D favorisce il metabolismo degli zuccheri e permette di sciogliere gli odiosi grassi presenti sulla pancia.

Come assumere la vitamina D

Come assumere la vitamina D? Possiamo appropriarci di questo prezioso nutriente con la dieta e con l’esposizione solare.

Per quanto riguarda la dieta, gli alimenti che contengono i maggiori quantitativi di vitamina D sono i latticini, le uova e una serie di pesci come il tonno, lo sgombro, le aringhe, la cernia, il pesce spada, il caviale, il salmone, le acciughe. La vitamina D è contenuta anche nella frutta e nella verdura, anche se in minime quantità. In questo caso gli alimenti utili sono i funghi porcini, la frutta secca, i fagioli e le verdure a foglia verde.

L’esposizione solare

Grazie all’esposizione solare il corpo umano assume un altissimo quantitativo di vitamina D, pari all’80%. Esistono precise regole per assumere la vitamina D con il sole. Per fare il pieno di questo prezioso nutriente bisogna esporsi al sole nelle ore più calde e soleggiate della giornata per almeno 10 minuti.

D’estate, prima di applicare la crema solare, bisogna restare per qualche minuto al sole senza protezione. Migliore è poi il sole del mare rispetto a quello della montagna, che ha i raggi UV più pericolosi poiché non raggiunti dall’inquinamento.

La luce solare influenza in positivo il tono dell’umore stimolando sostanze eccitanti come la serotonina, le endorfine e la dopamina, che infondono una sensazione di positività e benessere all’umore. La vitamina D contribuisce all’aumento di queste sostanze. La vitamina D aumenta inoltre livelli di testosterone nell’uomo e la tonicità muscolare.


Puglia24News.it è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News