E’ un’altra giornata molto intensa sul fronte Coronavirus. La situazione più grave è sempre in Lombardia dove il governatore Attilio Fontana ha annunciato che a breve il sistema sanitario regionale raggiungerà il picco e non sarà più in grado di aiutare i malati. Per questo ha invitato ancora una volta i cittadini a restare in casa altrimenti potrebbero essere presi provvedimenti più restrittivi.

Provvedimenti che saranno prorogati anche dopo il 3 aprile. E’ questa la sensazione che giunge dal governo. Siamo in una settimana decisiva. Sono questi i giorni dove si inizieranno a vedere i frutti dei provvedimenti restrittivi adottati e capire se hanno funzionato o meno. Ma anche se entro fine settimana la curva dei contagi inizierà a subire una flessione, di sicuro al 3 aprile non si tornerà alla vita di tutti i giorni. L’esempio da seguire sarà quello cinese con una riapertura graduale delle attività partendo da quelle più strettamente necessarie.

Intanto il Ministro dello Sport Spadafora non ha escluso di imporre il divieto anche di tutte le attività sportive all’aperto nelle prossime ore se il numero dei contagiati continuerà a salire.

E sono purtroppo ancora troppe le persone che escono in strada senza motivi validi e di fatto non stanno rispettando le imposizioni del governo. Il Viminale ha annunciato che in una settimana i controlli effettuati sono stati oltre 1 milione su tutto il territorio nazionale e i denunciati ben 43.000, la maggioranza per aver infranto l’articolo 650 del Codice penale, ovvero di non aver rispettato un provvedimento dell’autorità.

Coronavirus: primo contagiato anche ad Isernia

Anche Isernia, che era l’unica provincia italiana rimasta senza positivi al Covid-19, questa mattina ha annunciato il suo primo caso. Si tratta di un 83enne proveniente da altra regione ma ricoverato alla clinica Neuromed di Pozzilli da alcuni mesi.

Coronavirus: la conferenza stampa della protezione civile del 18 marzo

Di seguito il video della conferenza stampa tenuta dal capo della protezione civile Angelo Borrelli che aggiorna i dati sul numero dei contagiati e delle vittime di oggi 18 marzo più eventuali novità e misure messe in carico per fronteggiare l’emergenza: