Mangiare troppo formaggio: ecco cosa accade al corpo

Il formaggio è un alimento gustoso che, per alcune persone, rappresenta una vera e propria passione a cui non si può resistere. Ma cosa succede ad esagerare le quantità?Mangiare troppo formaggio: ecco cosa accade al corpo.

Il formaggio

Il formaggio è un alimento molto presente sulle nostre tavole. Si tratta di un derivato del latte che può essere lavorato, all’interno di specifici processi produttivi, per dare forma alle più svariate versioni a pasta dura e molle.

Il formaggio è ricco di proteine, di sali minerali come il calcio, il magnesio, lo zinco e il fosforo, di vitamine A, B e D. Il formaggio aiuta a prevenire la decalcificazione ossea e riduce il rischio di contrarre patologie degenerative dello scheletro come l’osteoporosi.

Ma cosa succede se le quantità di consumo si eccedono? Mangiare troppo formaggio: ecco cosa accade al corpo.

Mangiare troppo formaggio

Se si esagera a mangiare troppo formaggio ciò favorirà l’aumento dei livelli di colesterolo nell’organismo che, di conseguenza, condurrà all’insorgenza dell’ipercolesterolemia e di malattie cardiovascolari. Mangiare troppo formaggio raddoppia il rischio di sviluppare malattie del metabolismo come il diabete e di soffrire di ipertensione arteriosa.

Mangiare troppo formaggio predispone inoltre all’insorgenza di malattie ormonali come la sindrome dell’ovaio policistico. Quando si mangia troppo formaggio il rischio è poi quello di sviluppare intolleranze alimentari e diventare soggetti a rischio di obesità e sovrappeso.

Mangiare troppo formaggio scatena le emicranie: alcuni formaggi contengono infatti sostanze che causano il restringimento dei capillari e possono provocare forti e frequenti attacchi di mal di testa.

Come regolarsi

Ora che avete capito cosa accade al corpo all’atto di mangiare troppo formaggio, sarete certamente un po’ restii a proseguire una dieta con all’interno questo alimento. Non dovete spaventarvi però perché, se vi piace il formaggio, basterà effettuarne un consumo moderato.

Innanzitutto dovrete consumare il formaggio non più di 3 volte alla settimana, preferibilmente sostituendolo a un secondo. Preferite i formaggi freschi a quelli a pasta dura, meno grassi rispetto a quelli stagionati. Unica eccezione è il parmigiano, sempre ottimo, nutriente e leggero.

Una ricetta con il formaggio

Vi suggeriamo ora una ricetta light con il formaggio per la vostra dieta. Si tratta dei rotoli di tacchino, formaggio e zucchine, un secondo veloce, leggero e appagante. Per prepararli avrete bisogno dei seguenti ingredienti:

  • 4 fette di affettato di tacchino;
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 300 grammi di formaggio spalmabile light;
  • 1 zucchina;
  • sale q.b.

Prendete la zucchina, lavatela, pelatela e tagliatela a rondelle. Mettetela a cuocere in una padella con un filo di olio extravergine di oliva e un pizzico di sale. Pestate le zucchine con la forchetta per creare una sorta di impasto. A cottura ultimata spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Prendete l’impasto di zucchine, versatelo in una ciotola, unite il formaggio spalmabile tagliato a pezzetti e mescolate con un cucchiaio in modo da creare la farcitura che vi servirà per gli involtini. Prendete ora un piatto, metteteci una fetta di tacchino e, con un cucchiaio, prelevate una dose di impasto. Richiudete la fetta arrotolandola sul ripieno e fate la stessa cosa con le altre fette.