Fedez blocca le dirette Instagram in segno di lutto per le vittime del Coronavirus

Impegnato a 360 gradi nell’emergenza Coronavirus Fedez dopo aver fatto diventare le sue dirette Instagram un vero e proprio appuntamento a cui non mancare, un modo per intrattenere i tanti italiani chiusi in casa, ha deciso di bloccare la sua iniziative viste le tante vittime provocate dal Covid-19. Il rapper che nella sua piacevole iniziativa ha coinvolto anche altri artisti come Emma Marrone, Francesca Michelin e Andrea Boccelli ha ritenuto, in queste ore, doveroso bloccare le dirette in segno di lutto e rispetto dei tanti morti: “Buongiorno a tutti. Nel rispetto delle numerose vittime di questi giorni le dirette dal balcone si prendono qualche giorno di pausa”. Il messaggio del rapper è diretto e mette in evidenza quanto dolore sta provocando questa pandemia, una situazione drammatica soprattutto in Lombardia che nonostante gli ospedali al collasso sta cercando di superare con estrema professionalità.

Per oggi il cantante aveva programmato una nuova diretta che ha deciso di sospendere proprio in seguito all’immagine mostrata sui social e non solo della fila di camion militari che trasportavano le tante vittime da Bergamo in altre città, immagini che hanno colpito l’intera collettività.

Fedez come Beppe Fiorello: “Fate vedere la vostra paura”

Fedez si associa al richiamo di Beppe Fiorello che solo ieri aveva invitato gli artisti a mostrare la propria paura, bloccare i canti dai balconi e manifestare il proprio disagio emotivo nei confronti di tutta questa situazione: “Se vedessi Checco Zalone spaventato da questa situazione, mi spaventerei di più che a vedere Mattarella spaventato. Dico agli artisti: fate vedere la vostra paura. Se gli artisti si facessero vedere con un tono più preoccupato, sono convinto che la gente direbbe “ca.zo, allora la cosa è seria!”. Ovviamente anche gli artisti sono coscienti di quanto l’emergenza Coronavirus sia grave, il rispetto per le vittime è dovuto ma il loro è solo un modo per incoraggiare gli italiani che #tuttoandràbene