Il magnesio alza la pressione? La risposta della medicina

Il magnesio è un minerale molto importante per l’organismo e apporta diversi benefici al corpo quando viene assunto, come integratore o tramite l’alimentazione. Ma il magnesio alza la pressione? La risposta della medicina chiarisce questo punto.

Proprietà del magnesio

Il magnesio è un minerale importante per la nostra salute. Si trova negli organi, nelle cellule e nei tessuti ed equilibra l’organismo, grazie all’interazione con gli altri sali minerali presenti e assimilati nel corpo.

Il magnesio aiuta le cellule muscolari a rilassarsi, comprese quelle del cuore. Il magnesio è essenziale per il processo di mineralizzazione dell’apparato scheletrico, per avere un apparato cardiocircolatorio sano, per incorrere nel minore rischio di ictus.

Il magnesio aiuta l’organismo ad avere l’apporto necessario di energia, regola il sistema nervoso, favorisce l’eliminazione dall’organismo delle tossine in eccesso, stimola la motilità intestinale e la peristalsi. Ma il magnesio alza la pressione?

Il magnesio alza la pressione?

Il magnesio alza la pressione? La risposta della medicina è no, il magnesio ha la capacità di far scendere i livelli pressori, non di innalzarli. Il magnesio è quindi utile in caso di pressione alta e si rivela invece pericoloso se somministrato in caso di pressione bassa perché può portare l’organismo a una grave discesa pressoria con vertigini, svenimenti e conseguenze anche più gravi.

Come fa il magnesio ad abbassare la pressione? Quando la pressione sale a causa di ansia e preoccupazioni, il magnesio interviene calmando il sistema nervoso. Di conseguenza la pressione si abbassa. Altro fattore è la capacità del magnesio di regolare la glicemia e l’emoglobina del sangue, le cui regolamentazioni riportano i valori pressori allo stadio normale.

Il magnesio nell’alimentazione

Come si può assumere il magnesio tramite l’alimentazione? Quali sono i cibi maggiormente ricchi di magnesio? Abbondanti quantità di magnesio si trovano nelle verdure a foglia verde come gli spinaci, le bietole e i carciofi. Il magnesio è presente anche nella frutta secca come le nocciole, le noci, le mandorle, gli anacardi, i pistacchi e le arachidi.

Buoni quantitativi di magnesio sono presenti nei legumi come le lenticchie e come i fagioli. I cereali integrali come la crusca contengono alte dosi di magnesio così come il cacao, il cioccolato amaro e i funghi.

Contiene elevate dosi di magnesio anche la frutta: le banane sono le più ricche in assoluto di questo minerale, seguite dalle prugne, dalle arance, dalle pere e dalle mele. Fonti alimentari che contengono il magnesio ma in minori quantità sono invece il latte, la carne e il pesce.

Magnesio: controindicazioni

Un’integrazione di magnesio o l’assunzione di dosi troppo elevate del minerale può avere delle controindicazioni per l’organismo? In alcuni casi il magnesio, quando assunto, può dare come controindicazione quella della stitichezza, all’opposto di ciò che dovrebbe essere il suo effetto ovvero quello di stimolare il transito intestinale. Questo succede perché il magnesio ha la conseguenza di favorire la contrazione muscolare.

Per quanto riguarda il discorso delle dosi è bene certamente non esagerare, tenendo conto che l’apporto massimo di magnesio giornaliero deve aggirarsi sui 500 milligrammi, dose che non deve essere superata.