Bere l’amaro fa male alla salute? Ecco la risposta

Quella di bere l’amaro dopo i pasti è una vecchia usanza. Quest’abitudine può far venire però qualche dubbio: bere l’amaro fa male alla salute? Ecco la risposta a questo interessante quesito.

Bere l’amaro dopo i pasti

Bere l’amaro dopo i pasti è un’abitudine comune. Perché si beve l’amaro dopo pranzo o dopo cena? La credenza comune è quella di favorire la digestione, a cui si aggiunge senza dubbio il piacere di sorseggiare un liquore alcolico. Dobbiamo però sfatare qualche mito: l’amaro non è un liquore digestivo ma una bevanda alcolica ottenuta mediante l’aromatizzazione dell’alcol con le erbe. Le conseguenze del consumo di amaro sono quindi le stesse del bere alcolici.

Il benessere che si prova appena aver bevuto l’amaro, il sapore di freschezza che infonde, è dovuto alle erbe. Ciò però non apporta beneficio alla digestione ma, al contrario, provoca un’irritazione delle pareti dello stomaco a causa dell’alto tasso alcolico. Un bicchierino di amaro contiene infatti una gradazione alcolica molto alta, al 40%. Le proprietà digestive di piante come il ginepro, l’assenzio, la liquirizia, l’anice e i chiodi di garofano, utilizzate per produrre l’amaro, vengono del tutto azzerate dall’aggiunta di alcol. Le erbe dovrebbero favorire la produzione di succhi gastrici utili per la digestione ma l’alcol dell’amaro li rende acidi, rendendo complicato il processo digestivo.

Amaro e salute

Bere l’amaro fa male alla salute? Ecco la risposta che dovreste aver capito da soli se avete letto attentamente il paragrafo precedente. Sì, bere l’amaro fa male alla salute e i motivi ve li abbiamo spiegati. Purtroppo l’amaro non ha alcuna proprietà digestiva e complica invece il processo di digestione. Bere l’amaro fa inoltre ingerire al nostro corpo un enorme tasso di alcol, che può provocare gravi danni al cuore, al cervello, ai muscoli e al fegato.

Gli appassionati dell’amaro, che non possono fare a meno di questo rito dopo i pasti, possono bere un bicchierino sporadicamente, per il puro gusto di assaporarlo. Meglio evitare di bere l’amaro quando si è fuori casa, magari a cena da amici o al ristorante, e ci si deve mettere alla guida di un’automobile. In questo modo si eviterà di compromettere la propria vita e quella degli altri.

L’alternativa del vino rosso

Abbiamo capito che bere l’amaro dopo i pasti fa male alla salute. Se non vogliamo rinunciare al gusto di un alcolico dopo cena e cerchiamo proprietà salutari in quello che beviamo, possiamo eventualmente virare la nostra scelta nei confronti del vino rosso.

Mezzo bicchiere di vino rosso, sorseggiato alla fine dei pasti principali, può agevolare la digestione in maniera nettamente più efficace del famoso amaro e da molti sono conosciute le sue proprietà benefiche per l’organismo.