I salumi provocano il meteorismo? Come curarlo e quali cibi mangiare

I salumi provocano il meteorismo? I cibi eccessivamente lavorati sono meteorici. Questo perché fermentano a livello intestinale e nello stesso rallentano il processo digestivo. Gli insaccati, infatti, hanno un alto contenuto calorico e per questo sono anche difficili da digerire. Essendo ricchi di grassi e sale, infatti, affaticano l’intestino provocando la formazione di gas interni e gonfiore addominale. Per questo chi soffre problemi legati al meteorismo dovrebbe seguire una dieta leggera che preferisca alimenti non meteorici. Occorre per questo evitare tutti i cibi che hanno un’alta capacità fermentativa. Evitando questi cibi si riduce il gonfiore addominale e nello stesso tempo tutte quelle conseguenze legate all’accumulo di gas.

Cosa è il meteorismo e come curarlo. Il meteorismo è molto diffuso più di quanto non si crede. E’ un fenomeno sgradevole e imbarazzante. In realtà è la conseguenza di una disfunzione del tratto gastrointestinale. Si distingue per una distensione addominale che è conseguenza di un accumulo di gas nello stomaco e nell’intestino. In realtà questo eccesso di gas si verifica spesso subito dopo un pasto. Questo perché il meteorismo è molto influenzato dalla dieta ma anche dalla modalità con cui ci si nutre. Sino numerose le cause che lo originano. In testa fra le più conosciute e note troviamo aerofagia, alimentazione squilibrata e ricca di alimenti che formano gas. Fra questi cibi in particolare i legumi, le bibite gassate e i dolcificanti artificiali.

Quali sono i rimedi naturali contro il meteorismo? Tra rimedi naturali che aiutano a combattere il meteorismo c’è il carbone. A riguardo vengono anche indicate le tisane con estratti di piante carminative perché agiscono diminuendo il gonfiore a livello addominale. Buona quella di finocchio ma sono cigliate anche di anice, cumino, melissa, mirto e camomilla. Tutti questi aiuti naturali sembrano molto efficaci per contrastare il meteorismo. Il carbone in particolare ha un ruolo di assoluta rilevanza come rimedio erboristico naturale. Il carbone vegetale si ottiene dalla distillazione secca del legno di betulla, salice o pioppo. Se ne ottiene una polvere che vanta blande proprietà adsorbenti, comportandosi come una spugna.

E’ vero che il finocchio aiuta a combattere il meteorismo? Certo il finocchio è una droga carminativa che diminuisce il gonfiore addominale. Questo grazie ad alcune molecole capaci di limitare la fermentazione anaerobia che viene portata avanti dalla flora intestinale. In altre parole il finocchio stimola l’attività biliare tanto è che viene usato anche contro la dispepsia. Il finocchio è anche un diueretico. Insieme al finocchio si può anche utilizzare anche l’anice che potenzia l’azione del finocchio in quanto inibisce il processo fermentativo a livello intestinale e riduce la flatulenza ma anche la nausea. Tra le erbe che aiutano a combattere il meteorismo risono anche la melissa e la menta che vantano proprietà carminative, riuscendo a diminuire i gas intestinali che si formano.

Quali cibi introdurre nella dieta per combattere il meteorismo? Carne, pesce, pollame, uova e formaggi stagionati. Fra la frutta bisogna privilegiare melone, pere, mele, agrumi, ananas. Per combattere il meteorismo ci sono alcuni cibi che vanno mangiati a fine pasto. Tra queste le tisane carminative con semi di finocchio, aneto, cumino. Importante è non abolire le fibre, ma inserirle nella dieta con molta gradualità. Sotto prescrizione medica si possono anche aggiungere alcuni preparati che sono disponibili in commercio e contengono l’enzima alfa-galattosidasi in grado di degradare alcune componenti di legumi, frutta, verdura e cereali. Tutte sostanze che fermentando possono contribuire al meteorismo.