Lo spritz è un long drink aperitivo alcolico veneto, popolare nel Triveneto, a base di prosecco, bitter e acqua frizzante o seltz. È dal 2011 un cocktail ufficiale della IBA. L’origine dello spritz è ricondotta all’usanza delle truppe dell’Impero austriaco di stanza nel Regno Lombardo-Veneto di allungare i vini locali, di elevata gradazione alcolica, con seltz o acqua frizzante. Da qui l’origine del nome, che si vuole derivare dal verbo tedesco austriaco spritzen, che significa “spruzzare”, cioè compiere il gesto di allungare il vino con l’acqua frizzante. Di tale usanza, diffusasi in breve tra la popolazione locale e conservatasi pressoché inalterata anche in Friuli-Venezia Giulia e in Trentino, rimane eco anche presso gli anziani di altre località del Nord.

Oggi abbiamo deciso di proporvi la “ricetta” di questo drink perché rappresenta una delle bevande maggiormente consumate in un aperitivo, dunque, se avete amici o parenti a casa, preparando questo drink li farete felici.

Spritz – Ingredienti

Con i seguenti ingredienti otterrete uno spritz.

  • Aperol 60 ml
  • Prosecco 90 ml
  • Soda (una spruzzata) q.b.
  • Arance ½ fetta
  • Ghiaccio q.b.

Spritz – Preparazione

Per preparare lo Spritz cominciate versando il ghiaccio in un calice da vino, riempiendolo fino all’orlo. Poi versate il prosecco seguito dall’Aperol.

Infine una spruzzata di soda o di acqua molto frizzante. Aggiungete ancora poco ghiaccio e mescolate delicatamente. Guarnite con mezza fetta di arancia e il vostro Spritz è pronto.

Spritz – Consigli utili

Se non avete un sifone non temete, è facilissimo da trovare in commercio, anche in versione monouso al supermercato. In alternativa, potete tranquillamente sostituire la soda con dell’acqua gassata per realizzare il vostro Spritz.

Abbinate lo spritz con dei salumi, dei formaggi poco stagionati e con della frutta secca, come, mandorle, arachidi, anacardi e nocciole. E’ ottimo anche da abbinare con il pesce, in particolare salmone e baccalà.