La pavlova è un dolce estivo di origine australiana ispirato alla ballerina russa Anna Matveyevna Pavlova. La base della pavlova è costituita da una meringa coperta di panna montata e decorata con frutta fresca. La difficoltà in questo dessert è quella di riuscire a preparare una meringa dorata, croccante all’esterno e molto soffice all’interno.

Pavlova – Ingredienti

Ingredienti per la meringa:

  • Albumi (circa 6) 180 g
  • Zucchero extrafine 250 g
  • Aceto di mele 1 cucchiaio
  • Sale 1 pizzico
  • Estratto di vaniglia 1 cucchiaino
  • Cremor tartaro 2 g
  • Amido di mais (maizena) 15 g

Ingredienti per guarnire:

  • Zucchero 30 g
  • Fragole 150 g
  • Kiwi 1
  • Mirtilli 80 g
  • Lamponi 80 g
  • Panna fresca liquida 300 g
  • Frutto della passione 3

Pavlova – Preparazione

Per preparare la pavlova iniziate preriscaldando il forno statico a 250°, poi occupatevi della meringa: prendete le uova a temperatura ambiente e dividetene gli albumi dai tuorli. Con le fruste di uno sbattitore montate a neve gli albumi aggiungendo il sale quindi, sempre sbattendo, unite il cremor tartaro e l’estratto di vaniglia.

In una ciotola a parte unite lo zucchero alla maizena e aggiungete il composto alle uova un cucchiaio alla volta, mentre le fruste sono ancora in funzione e finché gli ingredienti non saranno tutti amalgamati.

Infine aggiungete l’aceto in un paio di volte. Dovrete ottenere un composto cremoso e sodo che andrete a spalmare su di una leccarda foderata con un foglio di carta forno, formando un disco piuttosto spesso dai bordi leggermente rialzati. A questo punto infornate la meringa portando però il termostato del forno a 120° e lasciatela cuocere per circa 1 ora e mezza in forno statico.

Trascorso il tempo necessario, spegnete il forno, aprite leggermente lo sportello e lasciate raffreddare completamente la base della pavlova, dovrete ottenere una meringa dorata. Lavate la frutta, tagliate le fragole e i kiwi a fettine, poi montate la panna unite lo zucchero man mano e, una volta pronta, ponetela sulla superficie della meringa con il dorso di un cucchiaio.

A questo punto decorate con la frutta tagliata, i mirtilli e i lamponi ed infine cospargete con la polpa di tre frutti della passione. Ecco pronta la vostra pavlova da servire a fette.

Pavlova – Consigli utili

Conservare la pavlova al massimo per un paio di giorni in frigorifero.

Guarnite con la frutta che più vi piace, se questa proposta da noi non è di vostro gradimento o non l’avete a disposizione, utilizzate la frutta che vi piace.