L’espressione “bere a goccia” o “bere alla goccia” si utilizza quando si parla di bevande alcoliche solitamente. Spesso si utilizza questa espressione quando si è in compagnia, e significa che il contenuto del bicchiere deve essere bevuto tutto d’un sorso senza lasciare nemmeno una goccia del proprio drink. In alcuni casi, gruppi di amici che fanno questa sorta di gioco, dopo aver bevuto, capovolgono il bicchiere, e non deve cadere nessuna goccia.

Ci teniamo a ricordare che bere alcolici con costanza non è mai una buona idea, si tratta comunque di bevande che possono determinare degli effetti negativi sul nostro organismo. Bevuti una volta ogni tanto non risultano essere un problema, ma se bevuti con costanza, gli alcolici possono essere molto pericolosi. In Italia, negli ultimi tempi, è aumentato significativamente il consumo di alcol e quindi anche i bevitori a rischio, che toccano quota 8,7 milioni.

Le fasce d’età che più abusano di drink alcolici sono quella dei 16-17enni e, subito dopo, quella degli anziani ultra 65enni. In età giovanile, i danni che si registrano con maggiore frequenza sono quelli dovuti agli incidenti stradali e l’alcol è il primo fattore di rischio, e alla compromissione dello sviluppo cerebrale.

Bere troppi alcolici può aumentare il rischio di alcune patologie come ad esempio sindromi psicotiche, polineuropatie, cardiomiopatie, gastrite, pancreatite cronica, malattie neurodegenerative, malattie cardiovascolari, cirrosi epatica e tumori.

Quanto alcol possiamo consumare in un giorno?

Le variabili sono molte in relazione all’età, al peso, alle singole caratteristiche individuali, a occasioni o contesti che possono esporre a particolari rischi, quali la guida o il lavoro.

L’organismo femminile, rispetto a quello maschile, risulta essere più vulnerabile agli effetti dell’alcol. Parlando di popolazione adulta, il consumo giornaliero di alcol non deve superare 2-3 unità alcoliche per l’uomo, 1-2 unità alcoliche per la donna e 1 unità alcolica per l’anziano durante i pasti.

A cosa corrisponde un’unità alcolica?

Ad esempio, un’unità alcolica corrisponde a 330 ml di birra (da 4,5°), un bicchiere di vino (125 ml, gradazione media di 12°), 40 ml di superalcolici.