Un mamba nero in spiaggia: l’esemplare recuperato e affidato ai veterinari

Che ci sia un serpente in spiaggia non è certo una buona notizia. Se poi si tratta del temibile mamba nero, una delle specie più pericolose e velenose al mondo, allora c’è veramente da stare poco allegri.

È quanto accaduto il 25 agosto scorso ad Addington Beach a Durban, Sudafrica. A darne notizia l’associazione Saambr (The South african association for marine biological research).

Un mamba nero in spiaggia

Gli erpetologi dell’associazione Craig Smith e Lesley Labuschagne sono intervenuti in risposta a una chiamata della Metro Search and Rescue. “Salvare questo serpente lungo 2.47 metri sulla spiaggia è stata un’esperienza straordinaria”, asseriscono, spiegando che qualsiasi serpente nero viene ritenuto a torto un mamba e magari ucciso. Questo lo era veramente.

Un po’ meno entusiasti, probabilmente, i frequentatori della spiaggia. Non è esattamente il vicino di ombrellone o il compagno di surf che si vorrebbe avere, insomma.

Il mamba nero solitamente sta in zone dove c’è una folta vegetazione, lungo la cintura costiera. Forse, l’esemplare preso in spiaggia è sceso attraverso canali o fiumi.

Esausto, il serpente è stato quindi affidato ai veterinari, opponendo scarsa resistenza a causa, probabilmente, della fatica. L’esemplare, come hanno fatto sapere ieri gli esperti, era “stressato ma in buone condizioni“. È stato sottoposto ad antibiotici e a tutti gli esami del caso, ovvero analisi del sangue e radiografie in tutto il corpo. Non sarebbero emerse particolari anomalie ed entro un paio di giorni sarà probabilmente rilasciato nel suo ambiente naturale.

Uno dei serpenti più velenosi al mondo

Il morso di un mamba nero, se non trattato nell’immediato, è letale nel 100% dei casi a causa delle tossine contenute nel suo veleno, in grado di provocare in pochissimo tempo arresto respiratorio e cardio-circolatorio. Fortunatamente esiste un antidoto, ma la somministrazione deve avvenire in tempi rapidi. È noto anche con un altro, inquietante, nome: serpente dai sette passi, per indicare proprio che un uomo, con un morso di mamba nero, potrebbe fare solo sette passi prima di cadere rovinosamente al suolo.