L’alloro è velenoso? Ecco la verità

Siamo soliti utilizzare l’alloro in cucina per aromatizzare le nostre pietanze. Ma sono vere le voci che circolano sulla presunta tossicità della pianta? L’alloro è velenoso? Attenzione, questa la risposta. L’alloro è una pianta molto conosciuta tra i fornelli della cucina. Le foglie di alloro si utilizzano infatti solitamente per conferire maggiore sapore a un piatto di carne. Allo scopo vengono aggiunte alla pietanza poco prima di servirla in tavola.

Le foglie di alloro si possono anche utilizzare per preparare una particolare tisana utile a favorire la digestione di un pasto particolarmente abbondante. Basterà mettere l’alloro in un pentolino colmo di acqua e portare il tutto ad ebollizione e lasciate in infusione due o tre foglie. Si dovrà poi filtrare la tisana con un colino e versarla in una tazza di ceramica.

L’alloro può essere velenoso?

La risposta è no, l’alloro non è velenoso. L’alloro è vittima di un fraintendimento e di uno scambio, in questo caso non di persona ma di vegetale. In natura esiste una pianta praticamente identica all’alloro, le cui foglie sembrano gemelle della vera pianta aromatica. Si tratta del Lauroceraso, una specie di pianta da appartamento e decorativa quasi uguale in tutto e per tutto all’alloro ma che ne differisce per la mancata commestibilità. Le foglie del Lauroceraso infatti, se ingerite sono altamente tossiche e velenose per l’organismo. Ecco perché è nata la voce della presunta tossicità dell’alloro, per lo scambio con il Lauroceraso. E’ importante quindi evitare, durante una passeggiata tra la natura, di raccogliere da soli foglie di piante aromatiche che di commestibile potrebbero avere poco.

Liquore a base di alloro

Dunque l’alloro non può fare male se si consuma in quantitativi adeguati, ovviamente non è mai consigliato un abuso. L’alloro ha moltissimi utilizzi, specialmente in cucina e si può utilizzare anche per la preparazione di liquori. Il liquore a base di alloro è un digestivo da bere dopo i pasti per favorire la digestione. Per prepararlo avrete bisogno di:

-30 foglie di alloro;
-500 ml di acqua;
-500 ml di alcol;
-400 grammi di zucchero bianco.

Prendete le foglie di alloro, lavatele per bene sotto l’acqua corrente quindi stendetele su un canovaccio e lasciatele asciugare. Quando asciutte mettetele in infusione con l’alcol in un barattolo di vetro, sigillate con il coperchio e fate riposare in un luogo buio, fresco e asciutto per almeno 15 giorni. Trascorso il tempo preparate uno sciroppo facendo sciogliere lo zucchero in un pentolino di acqua e portando a ebollizione. Fate raffreddare, filtrate l’alcol e, quando lo sciroppo sarà freddo, unite l’infuso di alloro. Mescolate bene e imbottigliate. Lasciate a riposo le bottiglie ben tappate per un mese. Trascorso il tempo, il liquore all’alloro sarà pronto.

Benefici apportati dall’alloro

Sin dai tempi antichi, l’alloro, è stato utilizzato per le sue proprietà benefiche, come pianta officinale dalle proprietà curative, quindi è un vero toccasana per la salute.

APPORTA BENEFICI AI CAPELLI
Tra i rimedi naturali, utilizzati sin dai tempi antichi, suggeriscono che bere un infuso a base di alloro aiuta a prevenire la caduta dei capelli e aiuta anche a ridurre la forfora. Preparare un infuso all’alloro è molto semplice, sarà sufficiente aggiungere a dell’acqua bollente qualche foglia si alloro e bisogna attendere che l’infuso diventati tiepido, a questo punto lo si può sia bere, sia utilizzare per risciacquare i capelli, dopo aver utilizzato lo shampoo.

FAVORISCE LA DIGESTIONE
Come detto poco fa, l’infuso a base di alloro può essere anche bevuto. Bere un infuso di foglie d’alloro aiuta a regolare e anche a migliorare la digestione, specialmente quando si mangia più del solito e ci si sente gonfi. L’alloro, infatti, ha proprietà diuretiche che favoriscono l’eliminazione delle tossine che si accumulano nel corpo, ma, apporta anche degli enzimi che vanno a migliorare il processo digestivo.

FA BENE AL CUORE
L’alloro contiene due principi attivi che sono la rutina e l’acido caffeico, che aiutano a ridurre i livelli di colesterolo, di conseguenza ciò sarà benefico nei confronti del cuore e di tutto l’apparato circolatorio.

OTTIMO IN CASO DI CONTUSIONI
L’alloro ha anche proprietà antinfiammatorie, per questo motivo, sin dai tempi antichi, lo si utilizza come rimedio contro i dolori da contusioni o da problematiche muscolari. Bisogna ottenerne una pasta, sminuzzando le foglie ed unirle ad un olio, ad esempio con dell’olio di ricino.

FA BENE ALL’APPARATO RESPIRATORIO
L’alloro è anche molto efficace contro la tosse, il raffreddore, facilita la riduzione dei batteri. E’ consigliabile fare dei suffumigi e i sintomi dell’influenza spariranno.