Daphne Scoccia è nata a San Benedetto del Tronto il 31 marzo  del 1995. E’ un’attrice italiana.

Daphne Scoccia – Biografia

Marchigiana di San Benedetto del Tronto, abbandona prima il liceo scientifico poi quello artistico, per trasferirsi infine a Roma. Si dedica a vari lavori, dall’operaia, la barista e la cameriera. Viene scoperta per caso da Claudio Giovannesi e dal suo casting director mentre erano a pranzo in un’osteria a Monteverde dove lavorava come cameriera. I due le propongono un provino per una parte nel film che Giovannesi vuole girare.

Superato il casting, ottiene il ruolo da protagonista in Fiore, lungometraggio che tratta di una storia d’amore che nasce in un carcere giovanile. Il film viene presentato alla Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes 2016, dove viene accolto da dieci minuti di applausi.

L’esordio cinematografico di Daphne le fa ottenere un plauso dalla critica e dal pubblico, oltre che l’ammirazione di Valerio Mastandrea che interpreta suo padre nel film. Grazie a questa performance viene candidata al David di Donatello per la migliore attrice protagonista 2017 e vince sia il Premio Guglielmo Biraghi come migliore attrice esordiente ai Nastri d’argento 2017, sia il Ciak d’oro rivelazione dell’anno.

Il 15 giugno 2017 viene pubblicato il videoclip della canzone A forma di fulmine tratta dall’album Terra del gruppo Le luci della centrale elettrica, che la vede come protagonista unica.

Daphne Scoccia – Filmografia

Cinema
-Fiore, regia di Claudio Giovannesi (2016)
-Niente di serio, regia di Laszlo Barbo (2017)
-Il colpo del cane, regia di Fulvio Risuleo (2019)
-Pupone, regia di Alessandro Guida (2019)
-Lontano lontano, regia di Gianni Di Gregorio (2019)

Televisione
-Il miracolo – serie TV, 2 episodi (2018)                                                                          -Nero a metà – serie TV, (2018-2020)
-Imma Tataranni – Sostituto procuratore – serie TV, regia di Francesco Amato (2019)