Riutilizzare l’acqua del condizionatore è una delle prime domande che si pone chi è attento all’ambiente e al riciclo. L’abitudine di gettare via l’acqua raccolta dai condizionatori purtroppo è molto frequente, ma esistono diverse possibilità per riutilizzarla.

Va sottolineato che l’acqua dei condizionatori è demineralizzata, identica ad alcune tipologie che si possono acquistare nei market. Non si può di certo bere, ma è possibile utilizzarla in svariati modi.

Riutilizzare l’acqua del condizionatore per uso domestico

Come abbiamo visto l’acqua che scorre dai condizionatori è priva di minerali ed è possibile usarla per i ferro da stiro a vapore. Il vantaggio in questo caso è di sfruttare un’acqua più pura di quella che scorre dal rubinetto di casa, perchè assente dal calcare. Rimanendo in ambito domestico, è possibile utilizzare l’acqua dei condizionatori per fare il bucato a mano. Prima però sarà meglio controllare che sia pura e priva di batteri. Come? Basta eseguire con costanza la pulizia dei filtri del condizionatore e raccogliere il liquido in un contenitore igienizzato.

Unita ad una parte di sapone di marsiglia liquido o da sciogliere, questo tipo di acqua può essere usato anche per le quotidiane pulizie domestiche. Per esempio per detergere i vetri o per pulire la rubinetteria di cucina e bagni. L’acqua ottenuta dal condizionatore può essere usata anche per riempire le vaschette umidificatrici per i caloriferi oppure per scaricare il wc.

Per l’igiene personale e per l’irrigazione

Esistono vari modi per riutilizzare l’acqua dei condizionatori e non possiamo di certo dimenticare l’uso personale. Possiamo infatti utilizzare il liquido per pulire i capelli e ottenere al tempo stesso una chioma lucente e nutrita. Prima di sfruttarla in questo senso, l’acqua va scaldata o bollita.

Anche le piante possono trarre beneficio dal riciclo dell’acqua. Quest’ultima viene estratta dall’aria esterna e non contiene cloro, rendendola idonea al nutrimento di piante carnivore o grasse. Ovvero di tutte quelle piante che non hanno bisogno di particolari minerali.