I vecchi jeans possono avere una nuova vita se sai come riutilizzarli! La parola d’ordine è sempre non sprecare e questo vale anche per tutti quei capi di abbigliamento che per un motivo o per l’altro non indossiamo più.

Riutilizzare i vecchi jeans è possibile se si conosce il truccogiusto. Pantaloni rovinati, strappati oppure anche solo fuori moda: i jeans sono fati di materiale perfetti, resistenti ed è molto semplice trasformarli in qualcosa di nuovo.

Riutilizzare i vecchi jeans: i modi più utili

La prima idea che può venire in mente quando ci troviamo di fronte ai nostri vecchi jeans è di tagliarli e trasformarli in pantaloncini. Un’idea forse non proprio originale, ma sempre utile e adatta a tutti. Non solo shorts, ma anche gonne di varie lunghezze: per ottenere questo nuovo capo basta tagliare i jeans all’altezza del cavallo e aggiungere magari un’altra fettuccia di tessuto per creare l’effetto gonna. Spazio anche alla creatività: si potranno aggiungere bottoni, pizzo oppure persino le pailettes.

Un vecchio paio di jeans può diventare anche una pratica borsa. I passaggi sono simili a quelli seguiti per il modello precedente: basta tagliare al di sotto del cavallo e chiudere il tutto con una lampo. Sulla parte superiore si possono creare i manici che si desiderano, sia adoperando materiali diversi sia riutilizzando gli stessi scarti della stoffa appena tagliata.

Le alternative originali

Siamo ormai in epoca moderna e ognuno di noi possiede almeno uno smartphone. Perchè non riutilizzare i vecchi jeans per creare una comoda custodia per il nostro telefonino? Sarà sufficiente tagliare la stoffa della lunghezza che si desidera e sbizzarrirsi con ago e filo oppure utilizzare la macchina da cucire. Ovviamente in questo caso vanno prese bene le misure, per assicurarsi che la nuova custodia per smartphone possa aderire alla perfezione al dispositivo.

E per la casa? I vecchi jeans possono essere trasformati in modo semplice anche in una tovaglietta per la tavola. In questo caso l’operazione è più semplice e prevede l’utilizzo di una piccola area di stoffa e la cucitura del bordino lungo il perimetro. Per un tocco di classe, meglio tagliare la porzione di pantalone in cui è presente la tasca: sarà possibile usarla per conservare tovaglioli e posate.