Benvenuto autunno! Quale modo migliore di celebrare questa stagione se non con un buon piatto di tagliatelle ai funghi porcini. Un primo piatto di pasta fresca tra i più classici autunnali, dal gusto intenso e avvolgente. Le tagliatelle, fatte a mano, hanno la porosità giusta per assorbire tutto il sapore dei carnosi funghi porcini, protagonisti popolari e indiscussi della stagione. Semplice da preparare e molto gustosa, questa ricetta succulenta è ideale per i vostri menu.

Tagliatelle ai funghi porcini – Ingredienti

Ingredienti per la pasta fresca:

  • Farina 00 200 g
  • Uova fresche 120 g
  • Semola per spolverizzare q.b.

Per condire:

  • Funghi porcini 500 g
  • Burro 50 g
  • Olio extravergine d’oliva 35 g
  • Sale fino q.b.
  • Aglio 1 spicchio
  • Prezzemolo 1 ciuffo
  • Pepe nero q.b.

Tagliatelle ai funghi porcini – Preparazione

Per preparare le tagliatelle ai funghi porcini, iniziate dalla pasta fresca: su una spianatoia versate la farina, create la classica forma a fontana e versate al centro le uova sbattute in precedenza.

Mescolate con una forchetta partendo dal centro, raccogliendo man a mano la farina. Quando l’impasto sarà maggiormente compatto, lavorate con le mani per circa 10 minuti, impastando energicamente.

Date all’impasto una forma sferica, avvolgetelo con pellicola trasparente e lasciatelo riposare a temperatura ambiente, in un luogo fresco lontano da fonti di calore, per circa 30 minuti.

Intanto dedicatevi ai funghi porcini: puliteli dal terriccio presente, raschiando il gambo con un coltellino, quindi se risultano molto sporchi potete pulirli con un panno leggermente inumidito. Dopodiché tagliateli a fettine.

In una padella ampia, versate il burro e fatelo sciogliere a fuoco molto basso; quando sarà fuso quasi completamente versate l’olio, lasciate scaldare leggermente sempre a fuoco basso quindi versate i funghi porcini e 1 spicchio d’aglio intero pulito oppure tritato se preferite.

Salate e pepate a piacere quindi lasciate cuocere per circa 10 minuti i funghi. A fine cottura potete togliere l’aglio intero se lo avete aggiunto. Una volta pronti tenete in caldo. Poi tritate molto finemente il prezzemolo e tenete da parte.

Passato il tempo di riposo necessario, prendete l’impasto e dividetelo in pezzi; infarinate leggermente il pezzo da passare nella macchina per tirare la pasta e tenete il restante impasto da parte coperto con pellicola. Inserite il primo pezzo nella macchina, passando dallo spessore più grande al penultimo in modo da ottenere lo spessore giusto della sfoglia.

Quando arrivate al penultimo step della macchina, ripassate nuovamente la striscia di pasta, serviranno infatti due passaggi a questo spessore per tirare bene la sfoglia.

Infarinate leggermente il piano di lavoro con della farina di semola e stendete la prima sfoglia; procedete allo stesso modo con un altro pezzo di impasto, fino a realizzare le varie sfoglie in modo da terminare l’impasto, spolverizzate le sfoglie con la semola e lasciatele seccare 5 minuti per lato. Ripiegate uno dei lati più corti di ciascuna sfoglia verso l’interno e poi arrotolate la pasta su se stessa.

Con un coltello affilato e leggermente infarinato, iniziate a realizzare le tagliatelle, tagliando ad uno spessore di 6,5-7 mm. Quindi sollevate ciascun rotolino per realizzare i vostri nidi di tagliatelle, da riporre man mano su una parte del piano di lavoro leggermente infarinato con farina di semola o su un vassoio. Portate l’acqua a bollore e salate a piacere; fate cuocere le tagliatelle per 3-4 minuti.

Quindi scolatele direttamente nel condimento conservando l’acqua di cottura. Accendete il fuoco basso sotto la padella con il condimento e mescolate gli ingredienti per amalgamarli. Unite il prezzemolo tritato finemente, se serve potete aggiungere un mestolo di acqua di cottura della pasta per evitare che le tagliatelle risultino troppo asciutte. Poi servite le tagliatelle ai funghi porcini appena pronte.

Tagliatelle ai funghi porcini – Consigli utili

Consumate subito le tagliatelle o conservatele in frigorifero da cotte per 1 giorno al massimo. In alternativa potete congelarle da crude. Quando li dovrete utilizzare lessateli direttamente da congelati in acqua bollente. Al posto del prezzemolo, potete donare una nota di freschezza e particolarità in più con la menta fresca.