Lavare il pollo è sbagliato? La risposta è affermativa! Se ti stai chiedendo come ai, nelle prossime righe di questo articolo trovi la risposta.

Perché non dovresti mai lavare il pollo

Sono tantissime le persone che, quando decidono di portare in tavola il pollo, prima di cucinarlo lo lavano, con la convinzione di pulirlo meglio. Bene: si tratta di un’abitudine da cessare subito.

Il motivo riguarda il fatto che, anche se la filiera della carne è controllata, il pollo crudo è spesso contaminato da batteri, tra i quali spiccano il Campylobacter e la Salmonella. Nel momento in cui lo si lava da crudo sotto l’acqua corrente, il rischio è quello di contaminare con i sudetti batteri anche le superfici circostanti.

Per avvalorare questo consiglio sono stati effettuati diversi studi. Tra questi, spicca una ricerca che ha coinvolto esperti del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti e della North Carolina University.

Gli studiosi in questione hanno coinvolto un campione di 300 persone, invitate a preparare, in una cucina di prova, un pollo e un’insalata. Prima dell’esperimento, la maggior parte dei partecipanti ha riferito di avere l’abitudine di lavare il pollo, con lo scopo di togliere il sangue innanzitutto.

Gli esperti hanno diviso il campione in due parti: alla prima è stato detto che lavare il pollo crudo è pericoloso per la salute. Alla seconda invece no. Al follow up, è stato possibile notare che poco più di 20 tra le persone che avevano lavato il pollo avevano trasferito i batteri della carne nel piatto dell’insalata.

Lo stesso è accaduto in chi, invece, il pollo non l’aveva lavato, il tutto per via di un’igienizzazione non corretta delle mani. Gli esperti hanno fatto presente che non lavare le mani per 20 secondi dopo aver maneggiato la carne espone a un maggior pericolo di contaminare le superfici che si hanno intorno, così come gli utensili che vengono utilizzati per gestire i cibi.

Gli esperti che hanno gestito lo studio hanno scoperto che il 60% circa delle cucine e dei piani dei lavandini risultava contaminato dai batteri alla fine dell’esperimento. A questo punto, è naturale chiedersi come maneggiare il pollo.

Se proprio si ha intenzione di eliminare il sangue prima di cuocere la carne, la cosa giusta da fare è tamponarla con un fazzoletto di carta. Per quanto riguarda la cottura, per avere la certezza di eliminare tutti i batteri il meglio è cuocere il pollo a 85°C.