Il basilico è una delle piante aromatiche più utilizzate. Apprezzatissimo in cucina, secondo alcune persone può essere utilizzato per allontanare le zanzare. Se vuoi sapere se davvero il basilico allontana le zanzare, nelle prossime righe di questo articolo puoi trovare la risposta.

Benefici del basilico

Prima di capire se davvero il basilico allontana le zanzare, cerchiamo di comprendere bene quali sono i benefici di questa pianta. Tra questi possiamo citare la carica antiossidante, dovuta in particolare alla presenza di vitamina A e vitamina C. La seconda, oltre a essere un’alleata preziosa nella lotta contro i radicali liberi, rappresenta un punto di riferimento fondamentale quando si parla di miglioramento dell’efficienza del sistema immunitario.

Ricco di vitamina E, anch’essa utile nella lotta contro lo stress ossidativo, il basilico contiene vitamine del gruppo B, fondamentali per il miglioramento dei processi metabolici. Grazie alla vitamina K, invece, si può parlare di miglioramento della coagulazione del sangue.

Cosa dire, invece, in merito ai minerali che questa pianta aromatica contiene? Che tra i principali spcca il potassio, fondamentale per la regolarità pressoria e di riflesso per la salute del cuore, ma anche il calcio, che aiuta a mantenere in salute ossa e denti, il magnesio, il fosforo, il manganese e lo zinco.

Il basilico, che può essere consumato sia crudo sia cotto, è caratterizzato anche dalla presenza di folati, la cui assunzione è consigliata sia per chi è alla ricerca di una gravidanza, sia per chi è in dolce attesa (i folati aiutano a prevenire problematiche a carico del tubo neurale del nascituro).

Il basilico riesce davvero a tenere lontano le zanzare?

Sì, il basilico aiuta a tenere lontano le zanzare. Il motivo è legato al fatto che gli insetti in questione mal tollerano le sostanze repellenti presenti nelle foglie di questa pianta. Esistono diversi modi per utilizzare il basilico contro le zanzare. Uno dei più semplici prevede il fatto di posizionare una pianta di basilico, anche piccola, sul balcone.

La pianta di basilico si può comprare ma anche coltivare. A cosa serve? Un vaso poco profondo, una base di argilla o poco sabbiosa, ovviamente i semi, del terriccio, una pellicola trasparente.

Il passo successivo prevede il fatto di riempire il vaso con il terriccio. Subito dopo, si spargono i semi e li si ricopre con un centimetro di terra. Subito dopo, si innaffia e si copre con uno stato di pellicola trasparente.