Oggi vi proponiamo la ricetta del danubio rivisitato, un impasto che si preapra con le patate, una variante del danubio classico. Le patate utilizzate per realizzare l’impasto regaleranno proprio la stessa morbidezza del Pan brioche. Il danubio rivisitato è perfetto da preparare per un picnic o da servire per un buffet di compleanno, non serviranno coltelli ma basterà sfilare le soffici palline acchiappandole con le mani.

Danubio rivisitato – Ingredienti

Ingredienti per uno stampo con diametro inferiore di 21 cm e diametro superiore di 26 cm.

  • Patate 250 g
  • Farina 00 350 g
  • Uova 50 g
  • Lievito di birra fresco 13 g
  • Olio di semi di arachide 10 g
  • Sale fino 5 g

Per farcire:

  • Prosciutto cotto 40 g
  • Provola 30 g
  • Olive taggiasche denocciolate 18

Per spennellare:

  • Tuorli 1
  • Latte intero 10 g

Per lo stampo:

  • Olio extravergine d’oliva q.b..

Danubio rivisitato – Preparazione

Per preparare il danubio rivisitato come prima cosa ponete le patate in un tegame, insieme all’acqua e lasciatele bollire per circa 20-30 minuti. Quando risulteranno morbide, scolatele e sbucciatele, poi schiacciatele e lasciatele raffreddare.

A questo punto versate la farina nella ciotola di una planetaria e aggiungete il lievito di birra leggermente sbriciolato. Unite poi le patate schiacciate e lavorate con il gancio fino a che non saranno ben amalgamati.

Continuate a lavorare il composto e aggiungete anche il sale. Quando sarà ben compatto, incorporate l’olio di semi e impastate fino a che non sarà stato assorbito.

Aggiungete poi anche l’uovo e lavorate fino ad ottenere un composto liscio; non preoccupatevi se risulta leggermente appiccicoso. Trasferitelo poi su un piano spolverizzato con abbondante farina, lavoratelo per qualche istante e dategli una forma sferica. Riponete in una ciotola, coprite con della pellicola per alimenti e lasciate lievitare per circa 50 minuti in un luogo asciutto, fino a che non sarà raddoppiato. Se la temperatura di casa dovesse essere troppo bassa riponetelo a lievitare in forno spento solo con la luce accesa.

A questo punto tagliate la provola a cubetti e tritate il prosciutto cotto con un coltello.
Trasferite l’impasto su una spianatoia e dividetelo in porzioni di circa 38 grammi l’una: con queste dosi dovreste ottenerne 18. Modellate ogni porzione di impasto fra le mani per formare delle palline, poi schiacciate leggermente il centro e appiattitele con le dita. Farcite con un po’ di prosciutto, un pezzetto di provola e un’oliva.

Richiudete le palline, muovetele leggermente sul piano per ottenere una forma sferica regolare e man mano disponetele in uno stampo del diametro di 21 cm alla base e 26 cm in superficie, precedentemente unto con olio d’oliva (oppure burro). Lasciate dello spazio tra una pallina e un’altra perché continueranno a crescere.

Una volta sistemata l’ultima pallina, lasciate lievitare per altri 30 minuti, fino a che non saranno completamente unite. Nel frattempo preriscaldate il forno a 180° in modalità statice, poi sbattete il tuorlo insieme al latte e utilizzatelo per spennellare la superficie del danubio di patate. Cuocete nel forno statico preriscaldato a 180° per circa 25 minuti, sul ripiano basso, fino a che non risulterà ben dorato.

Danubio rivisitato – Consigli utili

Conservate il danubio rivisitato in frigo e consumate entro 3 giorni. Potete congelare il danubio crudo, prima della seconda lievitazione, e scongelarlo in frigorifero per farlo poi rinvenire a temperatura ambiente prima di cuocerlo. Sbizzarritevi con il ripieno utilizzando altri formaggi e salumi. Per una versione vegetariana sostituite il prosciutto cotto con dei pomodori secchi.