L’avocado è uno dei frutti più popolari al mondo. Quando lo si nomina, ci si chiede spesso se sia calorico o meno e ricco di grassi. Se vuoi sapere se l’avocado è grasso, nelle prossime righe puoi trovare la risposta.

Avocado: quale tipologia di grassi contiene

Quando ci si chiede se l’avocado è grasso, si può dare una risposta affermativa. Dando qualche numero, facciamo presente che, in 100 grammi di frutto, si possono trovare 23 grammi di lipidi. Entrando nel vivo della situazione, facciamo presente che l’avocado è una fonte di acidi grassi monoinsaturi, tra i quali è possibile trovare soprattutto l’acido oleico e l’acido palmitoleico.

In misura minore, nell’avocado sono presenti pure acidi grassi polinsaturi, come per esempio l’acido linoleico, l’acido alfa-linoleico, l’acido arachidonico. In una percentuale pari al 2,48, l’avocado contiene pure acido palmitico.

Ricco di grassi buoni, questo frutto è noto per il fatto di essere un valido alleato naturale del cuore. Grazie ai lipidi che contiene, infatti, previene l’ossidazione del colesterolo LDL, molto pericoloso per la salute del cuore.

Altri benefici

Sì, l’avocado è grasso. Quando lo si nomina, è necessario ricordare il contenuto di altri nutrienti preziosi. Tra questi è possibile citare la vitamina E o tocoferolo, fondamentale per prevenire l’invecchiamento precoce della pelle.

In 100 grammi di avocado possiamo trovare anche vitamina – 18 mg di preciso – antiossidante nonché alleata preziosa dell’efficienza del sistema immunitario. Si potrebbe andare avanti ancora molto a parlare dei nutrienti preziosi presenti nell’avocado.

Farlo significa chiamare in causa le vitamine del gruppo B. L’avocado contiene in particolare vitamina B1, o tiamina, vitamina B2, detta anche riboflavina e vitamina B3 o niacina. La loro assunzione rappresenta un toccasana per l’efficienza del metabolismo.

Un doveroso cenno quando si parla dei motivi per cui l’avocado fa bene alla salute deve essere dedicato ai minerali. Tra quelli presenti in questo straordinario frutto possiamo trovare il ferro, fondamentale per la sintesi dell’emoglobina e dei globuli rossi. Nell’avocado possiamo trovare anche il fosforo, che ricopre un ruolo cruciale ai fini della trasformazione del cibo che assumiamo in energia.

L’avocado è caratterizzato anche dalla presenza di potassio – in un etto di prodotto è possibile trovare 450 mg di questo minerale – fondamentale per la regolarità pressoria e, di riflesso, per la salute cardiovascolare (l’ipertensione è pericolosissima per la salute del cuore). Concludiamo facendo presente che anche il seme di avocado è ricco di nutrienti e che il frutto può interferire con l’azione del farmaco warfarin.