Problemi con le padelle bruciate? Ecco il trucco della nonna

Problemi con le padelle bruciate: quante volte ci siamo ritrovati di fronte a questo scoglio? Una cottura eccessiva o una semplice distrazione possono provocare un vero e proprio caos nella nostra cucina. Come risolvere? Il trucco della nonna è sempre fra i più ricercati. Chi più di loro, le nostre ave, possono conoscere i segreti di un pulito perfetto e senza troppi sforzi.

Per fortuna ci basteranno pochi ingredienti per avere una padella pulita e quasi come fosse nuova. Armiamoci di sale, limone, aceto e bicarbonato per riportare in vita la nostra pentola. Senza l’uso di addittivi chimici e in modo del tutto naturale, rispettando l’ambiente!

Padelle bruciate, il trucco della nonna

Uno dei rimedi della nonna più conosciuti per pulire le padelle bruciate riguarda il limone. Basta far bollire con dell’acqua il succo del frutto e alcuni pezzi di scorza nella pentola da pulire: il fuoco deve essere vivo e andare per una ventina di minuti. In questa fase, l’acido citrico contenuto nel limone andrà a sciogliere il grasso bruciato e tutti gli altri residui. Una volta terminato il tempo, possiamo togliere la pentola dal fuoco e aggiungere un cucchiaio di bicarbonato. Lasciamo agire quindi per mezz’ora prima di togliere gli ultimi residui con una spugnetta abrasiva.

Attenzione però alle pentole in alluminio. Le padelle realizzate con questo materiale sono più delicate e si possono corrodere con una sostanza basica come quella del limone. Il consiglio in questo caso è di utilizzare un mix di aceto, acqua e bicarbonato. Sommergere lo sporco con dell’acqua e unire mezzo bicchiere di aceto. Lasciare agire per 10 minuti e poi posizionare la padella sul fuoco. Ad ebollizione raggiunta possiamo inserire nel composto anche mezzo bicchiere di bicarbonato.

Come pulire una padella in ghisa

Abbiamo già visto nel paragrafo precedente che dovremo adottare un trucco della nonna diverso, a seconda del materiale con cui è stata fatta la nostra padella bruciata. Se la pentola è in ghisa per esempio, possiamo ricoprire lo sporco con del sale grosso e posizionare l’utensile sul fuoco. Il calore farà sì che il sale si unisca ai residui, andando a sgrassare la superficie ed eliminando le tracce di unto.

Dopo una decina di minuti dovremo già iniziare a vedere i primi risultati. Una volta terminata l’operazione, togliamo la padella dal fuoco ed eliminiamo con uno straccio non umido i residui e il sale. In alternativa possiamo utilizzare un pennello da cucina.