Enrico Montesanto – Tutto su di lui – Biografia – Carriera – Vita privata – Moglie – Figli

Cresciuto in una famiglia di teatranti, Enrico Montesanto ha debuttato a sul palco nel 1966 con Humor nero, mentre al cinema ha recitato per la prima volta con Caterina Caselli nel film Io non protesto, io amo. Esordisce in televisione negli anni Settanta, conducendo diverse trasmissioni televisive, tra cui il varietà Quantunque io. Tra i suoi film più famosi ricordiamo Aragosta a colazione, Qua la mano, Il ladrone, I due carabinieri e Grandi magazzini. Per quanto riguarda la sua più importante avventura televisiva va invece ricordata l’edizione del 1988 di Fantastico, trasmissione da record di ascolti che segnò il record di biglietti venduti della Lotteria Italia, un primato ancora imbattuto.

Non tutti lo sanno, ma Enrico Montesano vanta anche una carriera politica. Ha iniziato come consigliere comunale a Roma e poi al Parlamento europeo avvicinandosi al Partito democratico di sinistra, ma dopo due anni da europarlamentare si è dimesso, rinunciando anche alla pensione.

Enrico Montesano – Vita privata – Figli – Moglie

Per quanto riguarda la vita privata, Enrico Montesano è stato legato sentimentalmente a Marina Spadaro, madre di suo figlio Mattia. Dal matrimonio con Tamara Moltrasia sono nati altri tre figli: Lavina, Tommaso ed Oliver. Dopo la separazione, il 13 aprile 1992 è convolato a nozze con Teresa Trisorio dalla quale ha avuto altri due figli: Michele Enrico e Marco Valerio, che lavorano con lui in teatro.

L’attore, tuttavia, pare voler mantenere riserbo sulla sua sfera sentimentale, e infatti non sappiamo praticamente nulla sulla sua dolce metà, se non che i due… sono innamoratissimi! Ecco uno scatto pubblicato su Instagram che li ritrae insieme dopo ben 26 anni di matrimonio.

Enrico Montesano – Curiosità

L’attore vive nella sua amata Roma, ma non si sa dove precisamente. Ha rivelato di essere vegano. Ha 6 figli a cui è legatissimo e che sono spesso protagonisti dei suoi scatti sul suo profilo Instagram. Nel 2018 ha denunciato con una lettera aperta al quotidiano Leggo la profanazione della tomba di sua madre al cimitero del Verano di Roma. Per anni è stato amico di Carlo Verdone, con cui i rapporti si sarebbero irrimediabilmente incrinati dopo l’uscita del film in cui hanno recitato assieme I due Carabinieri. A La Zanzara avrebbe dichiarato che i due non si sono più chiamati o rivolti la parola dopo l’esperienza insieme. La sua squadra del cuore è la Lazio.