Bud Spencer -Tutto su di lui – Vero nome – Biografia – Vita privata – Moglie – Figli – Curiosità

Il vero nome di Bud Spencer è Carlo Pedersoli, nato a Napoli il 31 ottobre del 1929, purtroppo si è spento il 27 giugno del 2016, ma la sua caratura di attore (soprattutto in coppia con Terence Hill), sceneggiatore e grande sportivo è destinata all’immortalità.

La sua era una famiglia benestante, vissuta nel rione Santa Lucia. La madre, Rosa Facchetti, era originaria di Chiari, il padre, Alessandro Pedersoli, napoletano. Una chicca riguarda il fatto che vivesse nello stesso palazzo di Luciano De Crescenzo, celebre scrittore e poi suo compagno alle elementari… La sorella minore, Vera Pedersoli, è nata nel 1934.

Bud Spencer – Vita privata – Moglie – Figli

Il ‘gigante buono’ del cinema italiano ha amato una sola donna, Maria Amato, sua moglie dal 1960. L’attore ne ha fatto un ritratto dolcissimo descrivendola come la persona che gli ha salvato la vita, figlia di un noto produttore e compagna attenta e sempre presente. Oltre 50 anni d’amore indissolubile per una delle coppie più osservate e amate del panorama artistico nazionale. Bud aveva detto che la moglie si occupava di tutto, tanto che lui non avrebbe mai aperto una bolletta. Tre i figli dei coniugi Pedersoli: Giuseppe, Cristiana e Diamante, nati rispettivamente nel 1961, nel 1962 e nel 1972. Diamante, in arte Diamy Spencer, è diventata una famosa attrice.

Bud Spencer – Curiosità

Ha recitato con sua figlia Diamy in due film: Superfantagenio di Bruno Corbucci e Un piede in paradiso di E.B. Clucher. Grande appassionato di sport, è stato un grandioso nuotatore, ottenendo diversi premi.

Diplomato allo Scientifico di Roma, con il massimo dei voti, ha intrapreso gli studi universitari in Chimica alla Sapienza, ma poi ha lasciato perché costretto al trasferimento in Sud America con la famiglia. Ha lavorato presso il Consolato italiano di Recife, in Brasile, nel pieno della sua parentesi americana.

La sua firma è incisa sul piedistallo della statuta di Budapest che a lui è dedicata. Nel 2010 ha ottenuto il David di Donatello alla carriera, grazie alla sua monumentale filmografia.

Il suo record nel nuoto è stratosferico: è stato il primo italiano a scendere sotto il minuto nei 100 stile libero (nel 1950), già vincitore di diversi campionati nazionali anche nella staffetta. Ha conseguito la licenza di pilota di elicottero e di linea.

Ha praticato con discreti risultati anche la lotta greco-romana e il pugilato, sport in cui ha dato prova di talento e destrezza. Conosceva 5 lingue: inglese, spagnolo, francese, portoghese e tedesco. Nel 1976 ha lanciato anche una linea di jeans, e nel 1977 ha scritto alcune canzoni per il suo film Lo chiamavano Bulldozer.