Aldo Cazzullo è nato ad Alba il 17 settembre del 1966, da padre bancario e madre socia in una ditta di etichette vinicole. Dimostra sin da subito una forte passione per il giornalismo e la politica, tanto che, a soli 17 anni, inizia a lavorare in un giornale di sinistra, il Tanaro, ad Alba. Da lì, il passo è breve: nel 1988 entra come praticante nella redazione de La Stampa, iniziando a tutti gli effetti la sua brillante carriera.

Aldo Cazzullo – Carriera

L’esperienza a La Stampa segna di diritto il suo ingresso nel mondo del giornalismo italiano. Nel 1998, si trasferisce a Roma, dove, poco dopo, nel 2003, diventa inviato speciale ed editorialista per Il Corriere della Sera. Ancora oggi tutti i giorni, tranne il lunedì, risponde alle lettere e ai messaggi dei lettori.

La sua carriera è sfavillante: non sorprende che il suo sia uno dei nomi più interessanti del giornalismo. Ha intervistato alcuni dei più noti volti internazionali, non solo del mondo politico: tra questi Vasco Rossi, Bill Gates, Spielberg, Keith Richards, Jacques Le Goff, Don De Lillo e l’attore Premio Oscar Daniel Day Lewis.

Cazzullo ha inoltre raccontato alcuni degli avvenimenti più importanti della storia: la morte di Lady Diana, i giochi olimpici di Atene, di Pechino e Londra, gli scontri del G8 di Genova, le reazioni del mondo arabo agli attentati dell’11 settembre 2001, le elezioni di Chirac, Erdogan, Bush, Obama, Trump, Macron, la morte di papa Wojtyla, e molti altri.

È molto noto anche per i suoi libri: ha scritto oltre 22 opere letterarie, alcune delle quali hanno superato le centomila copie vendute. Sono soprattutto testi sull’identità storico-politica italiana e alcune critiche sull’attualità del nostro paese. Per molti di queste opere si è guadagnato premi e riconoscimenti.

Nelle stagione 2019-2020 ha curato le interviste della trasmissione Povera Patria, condotta da Annalisa Bruchi, con Alessandro Giuli. Nell’ottobre 2020, è sempre al fianco della Bruchi nella conduzione di Restart -L’Italia ricomincia da te, programma della seconda serata di Rai 2.

Aldo Cazzullo – Vita privata

Aldo Cazzullo è sposato con Monica Maletto, che gli ha dato due figli: Rossana e Francesco. Insieme ai figli ha scritto il libro Metti via quel cellulare: Un papà. Due figli. Una rivoluzione; edito da Mondadori nel 2017, è un dialogo tra padre e figli sui benefici e gli svantaggi della tecnologia sulla società. È molto legato ai suoi figli, che adora; la sua attività preferita è proprio viaggiare in loro compagnia. Il giornalista ha un profilo Instagram dove però, non è solito condividere scatti di vita intima, confermandosi una personalità molto riservata e gelosa del suo privato.