Una strana creatura gigante si avvicina un giorno ad una spiaggia messicana, in Baja California. La scena viene vista da due giovani amici che increduli si ritroveranno di fronte ad una scena inaspettata.

Difficile per i due ragazzi riuscire ad identificare la misteriosa creatura da lontano: solo una volta che l’animale si è avvicinato a riva hanno potuto scoprire la specie con cui stavano facendo i conti. Ecco cos’è successo.

Strana creatura gigante avvistata in spiaggia, l’incredibile scoperta di due amici

Dale Pearson è in compagnia di un suo amico, in una calda giornata in Baja California, quando vedono al largo della costa un puntino nero. Facile per loro dedurre che si trattasse di uno squalo. Incuriositi, i due continuano ad osservare la scena fino a che la creatura misteriosa non si avvicina sempre di più alla riva. Solo in quel momento Dale e l’amico scoprono che si tratta di uno squalo bianco. Una creatura marina molto rara quanto meravigliosa e maestosa: lungo oltre quattro metri ed estremamente pericoloso.

I due ragazzi entrano subito nel pallone ma non per il rischio di essere aggrediti, quanto per lo stato di salute dello squalo. L’animale infatti sembra ferito e Dale riprende tutto con il suo cellulare, per poi condividere il video su Youtube. “Aveva il controllo totale su dove fosse e a quale profondità”, scriverà tempo dopo in un commento, “dopo 30 minuti in acque poco profonde, lo squalo è nuotato via con una potenza incredibile e non è stato avvistato nei due giorni successivi”.

Alcuni utenti si sono anche preoccupati per la presenza di macchie scure attorno all’animale, ma anche in questo caso Dale ha voluto rassicurare tutti. “La macchia scura nell’acqua è dovuta alla sabbia e al fango che si trovano sul fondo, che vengono sollevati dalla coda dell’animale. Non è sangue”, ha scritto, “il video è stato esaminato da esperti di squali bianchi e hanno stabilito che le sue ferite non erano mortali e che si sarebbe ripreso in modo naturale”.