La torta ricciolina del Monte Amiata è un dolce squisito. Uno scrigno di pasta frolla che racchiude una crema al cioccolato e frutta secca sormontato da morbida meringa variegata al cioccolato. La tradizione vuole che sia nata agli inizi del Novecento dalla fantasia di una pasticciera toscana che volle variare la ricetta della torta ricciolina o Torta di tagliatelle tosco emiliana, sostituendo la copertura di tagliolini dolci con meringa e cioccolato fuso.
Il risultato decisamente ghiotto ha forse subito altre variazioni nel tempo ma è sempre una meraviglia. La nostra versione prevede un ripieno di mandorle, nocciole e crema al cioccolato.

Torta ricciolina del Monte Amiata – Ingredienti

Per la pasta frolla:

  • 100 g di burro freddo
  • 150 g di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 2 tuorli
  • 300 g di farina 00
  • 8 g di lievito per dolci
  • sale

Per il ripieno:

  • 1 uovo
  • 50 g di zucchero semolato
  • 100 g di farina 00
  • 250 ml di latte intero
  • 2 cucchiai di crema spalmabile al cioccolato
  • 80 g di nocciole non spellate
  • 50 g di mandorle non spellate

Per la copertura:

  • 2 albumi
  • 100 g di zucchero semolato
  • cioccolato fondente

Torta ricciolina del Monte Amiata – Preparazione e consigli utili

Iniziate con la preparazione della pasta frolla: nella planetaria, con la frusta k montata, lavorate lo zucchero con il burro a cubetti.

Aggiungete poi l’uovo, i tuorli e un pizzico di sale, seguiti dalla farina e dal lievito. Impastate il tutto velocemente fino a ottenere una pasta omogenea.

Datele la forma di un panetto, avvolgete nella pellicola alimentare e ponete in frigorifero per almeno 30 minuti.

Nel frattempo dedicatevi al ripieno: in una casseruola mescolate l’uovo, lo zucchero e la farina con una frusta unendo poi, poco alla volta, il latte portato al limite dell’ebollizione. Assicuratevi che non si formino grumi.

Ponete sul fuoco a fiamma bassa e cuocete, mescolando continuamente, fino a quando la crema si sarà addensata.

Trasferite la crema in una ciotola e fatela intiepidire. Aggiungete quindi la crema al cioccolato e la frutta secca grossolanamente tritata e mescolate fino a ottenere un composto ben amalgamato.

Riprendete la pasta frolla e stendetene metà col matterello su una spianatoia appena infarinata: dovete portarla allo spessore di circa 5 mm. Trasferitela all’interno di uno stampo a cerniera, da 22 cm di diametro, imburrato e infarinato. Rifilate i bordi in modo che siano alti circa 4 cm e bucherellate la base.

Distribuitevi sopra la crema al cioccolato e frutta secca e livellate. Stendete la frolla restante al medesimo spessore e ricoprite il ripieno, sigillando bene i bordi. Rifilate nuovamente la circonferenza del dolce.

Fate cuocere la torta nel forno già caldo a 180° per 40 minuti o comunque fino a quando la superficie risulta appena dorata. Sfornate il dolce e lasciatelo raffreddare completamente prima di toglierlo delicatamente dallo stampo.

Quando il dolce è ormai freddo montate gli albumi con lo zucchero, utilizzando uno sbattitore elettrico, fino a ottenere un composto lucido e gonfio. Distribuitelo sulla superficie del dolce e decorate con cioccolato fuso fatto colare in fili sottili. Ponete la torta ricciolina del monte Amiata nuovamente in forno a 200° per 1 minuto. Sfornate, lasciate raffreddare e servite.