Con l’arrivo dell’autunno si inizia ad accusare di più il freddo, specialmente la sera, per questo motivo si desiderano mangiare dei piatti caldi, in modo da scaldarsi. Noi oggi vi proponiamo un primo piatto che probabilmente tutti conoscono, la pasta con la verza, ma non la versione classica, andremo a preparare la pasta e verza a zuppa, quindi più brodosa, ottima per scaldarsi. E’ un primo piatto casalingo, semplice, che richiama i sapori contadini. La verza è un ortaggio molto versatile, inoltre, in questo periodo la trovate anche a buon prezzo, e molto facilmente in tutti i supermercati.

Pasta e verza a zuppa – Ingredienti

Ingredienti per 4 persone

  • Ditaloni Rigati 320 g
  • Verza 350 g
  • Scalogno 80 g
  • Olio extravergine d’oliva 40 g
  • Acqua 1,5 l
  • Alloro 2 foglie
  • Timo 2 rametti
  • Rosmarino 2 rametti
  • Pepe nero q.b.
  • Sale grosso q.b.

Pasta e verza a zuppa – Preparazione

Per preparare la pasta e verza a zuppa, per prima cosa mondate e affettate sottilmente lo scalogno. In un tegame capiente scaldate l’olio di oliva, quindi versate lo scalogno e lasciatelo stufare a fuoco dolce per 5 minuti.

Intanto prendete la verza, eliminate la costa centrale più dura, quindi tagliatela a listarelle. Lavate sotto l’acqua corrente la verza e lasciatela da parte a scolare. Nel frattempo raccogliete i rametti di timo, di rosmarino e le foglioline di alloro e legateli con lo spago, in questo modo sarà più facile rimuoverli dalla pentola a fine cottura.

Quando lo scalogno sarà ben stufato, unite il mazzetto di aromi e la verza, lasciate insaporire a fuoco moderato per 5 minuti, poi versate l’acqua.

Eliminate gli aromi con una pinza da cucina, salate e portate l’acqua al bollore. Quando l’acqua inizierà a bollire, versate la pasta e cuocetela per 10 minuti o per il tempo indicato sulla confezione. Verso fine cottura pepate a piacere, poi spegnete il fuoco e servite subito la vostra pasta, ancora ben calda.

Pasta e verza a zuppa – Consigli utili

La pasta e verza a zuppa è un piatto da consumare subito, sconsigliamo di conservarla dopo la cottura altrimenti la pasta risulterà scotta. Per arricchire la vostra minestra di verza potete aggiungere dei fagioli cannellini dal gusto delicato.