E’ impossibile definire una persona stupida o intelligente tramite il segno zodiacale, ma è altresì possibile stilare una vera e propria classifica tra le personalità che sfruttano in maniera più approfondita le proprie capacità mentali. Infatti al netto delle numerose differenze, non tutti utilizzano la propria materia grigia con la stessa facilità, ed ecco quindi la classifica dei segni che per l’appunto lo fanno di meno:

5) Ariete

Il primo segno zodicale in assoluto è anche quello considerabile più “capoccione” e ottuso, fattore che proviene direttamente da un modo di pensare e ragionare quasi escusivamente impulsivo. Ha tante qualità ma spesso non sa come metterle in pratica in maniera proficua, ed ecco perchè sono in tanti ad approfittarne.

4) Leone

Molto disponibili, simpatici, amiconi ma non particolarmente sagaci e ricettivi: in poche parole si riesce a descrivere il modo di approcciare la vita del Leone che per questo non viene definito propriamente una “cima”, prevalentemente per poca attenzione ai dettagli.

3) Pesci

Animi sensibili, i nati sotto il segno dei Pesci sono praticamente l’emblema di una scarsa razionalità, preferendo affidarsi al proprio intuito che però spesso a sua volta viene condizionato da un umore scollegato dalla realtà.

2) Toro

Anche il Toro ha la tendenza a farsi condizionare ma è lui stesso a farlo, paradossalmente: essendo sempre un po’ insicuro, è alla ricerca di punti fermi nella propria vita e questo li porta inevitabilmente a sfruttare poco le proprie capacità mentali. Il proprio giudizio è infatti offuscato da una voglia di ottenere tutto e subito che li porta a pagare per i propri errori di valutazione.

1) Sagittario

Sono ottimi lavoratori e persone fondamentalmente di fiducia, ma non sono i più “svegli” in assoluto: estremamente positivi e fiduciosi verso il prossimo, tendono a farsi abbindolare con una certa frequenza e non danno peso particolare alle ipocrisie diffuse da parte di chi hanno intorno. Questo crea inevitabilmente problemi nei rapporti sociali, visto che concede la propria fiducia un po’ troppo facilmente.