Le tue piante non fanno fiori? Ecco l’incredibile motivo

Perché le piante non fanno più fiori? Diciamocelo, un angolo verde può rendere l’ambiente domestico molto più accogliente e rilassante. Anche in un ufficio possiamo apportare un po’ di colore con una pianta, magari scegliendo una specie che fiorisca.

Esistono diverse varietà che si sentono perfettamente a proprio agio tra le quatro mura, dove trovano riparo dalla luce diretta del sole. Del resto, gli accorgimenti per mantenere le piante sane e rigogliose non sono molti. L’importante è non dimenticare di bagnare con regolarità il terriccio, secondo le necessità di ogni specie. Eppure, nonostante tutti i vostri sforzi, non riuscite a farle rifiorire. Volete scoprire perché? Continuate a leggere il nostro articolo.

A che cosa servono i fiori?

Chi si occupa di giardinaggio prova una grande soddisfazione quando, in primavera, cominciano a spuntare i primi boccioli. Gli sforzi e le cure vengono ripagati con la fioritura, che risulta più abbondante quando la pianta è in perfetta salute. D’altro canto, se questo non avviene può subentrare un senso di frustrazione e di colpevolezza. In effetti le piante da interno dipendono dagli accorgimenti che mettiamo in atto per salvaguardarle. Giocano un ruolo fondamentale non solo la luce, l’umidità e la temperatura, ma anche la concimazione.

Anche una pianta nota quando le giornate iniziano ad allungarsi. Se si trova in uno spazio esterno, come il giardino o un balcone, può captare anche l’aumento della temperatura. Questo indica che è giunto il momento di iniziare i preparativi per la riproduzione. Nel caso delle piante che fioriscono, l’organo adibito a questo scopo è proprio il fiore. I colori accesi attirano gli insetti impollinatori, come le api o le farfalle. Una volta fecondato, i petali risultano inutili e cadono, lasciando spazio alla parte centrale del fiore, il pistillo. Questo si ingrossa poco a poco, e si trasforma nel frutto. Al suo interno sono custoditi i semi, che permetteranno la continuità della specie.

Ecco svelato il motivo: le tue piante non fioriscono più perché…

Il processo di riproduzione appena descritto richiede un forte dispendio di energia. Le piante, prima di mettersi all’opera, devono valutare non solo di avere tutti i nutrienti necessari, ma anche di poterli assorbire adeguatamente. Questo si traduce innanzitutto nella concimazione del terreno. A seconda della specie che state trattando, dovete valutare se usare un concime basico o piuttosto uno acido. Potete recuperare dei fertilizzanti naturali anche in cucina, tra i prodotti di scarto. Fondi di caffè, gusci d’uovo e bucce di banana sono solo alcuni degli ingredienti magici che possono assicchire di nutrienti il terriccio in cui si trovano le vostre piante.

La maggior parte delle specie vegetali si ancorano al terreno attraverso radici, che possono svilupparsi da un seme o dai bulbi. Questi filamenti crescono all’interno del terriccio e fungono da sostegno, ma anche da rete per assorbire tutto ciò di cui la pianta ha bisogno. Ecco perché non bisogna mai sottovalutarne l’importanza, soprattutto per la fioritura! La vostra pianta non ha spazio sufficiente per far crescere radici nuove, che sostituiscano quelle ormai appassite? Allora non sarà in grado di immagazzinare tutto ciò di cui avrebbe bisogno per fare i frutti, quindi non inizia nemmeno la fioritura. Un travaso è la soluzione ideale.


Puglia24News.it è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News