I segni zodiacali più rari di tutti in Italia? Assurdo, ecco quali sono

Zodiaco – Prosegue la nostra rubrica dedicata alle curiosità zodiacali inerenti il mondo dell’astrologia concentrandosi in questo articolo su un argomento davvero particolare ossia quello che riguarda i segni zodiacali più rari in Italia.

Vi sarà capitato alcune volte di pensare a quali sono i segni delle persone che conoscete, appartenenti o meno alla vostra cerchia di amicizie o famigliari. E forse avrete notato che, per alcuni segni, esistono pochi appartenenti. Dovete sapere che esistono segni zodiacali in Italia che sono più rari di altri. In questo articolo cercheremo di scoprire quali sono e perché. Come sempre le nostre valutazioni saranno espresse sulla base di ciò che affermano i più autorevoli esperti di astrologia.

I segni più rari

Cominciamo quindi a capire quali sono i segni zodiacali più rari in Italia grazie all’aiuto dell’astrologia e dei suoi conoscitori esperti. Tra questi troviamo lo Scorpione. Nella vostra vita avrete sì conosciuto persone particolarmente aggressive, ma poche. I nati tra il 22 ottobre e il 23 novembre non sono infatti tanti per cui quello dello Scorpione si rivela come un segno raro tra tutti i 12 dell’oroscopo.

Perché questa rarità? La chiave è il momento del concepimento del nato ossia 9 mesi prima della nascita. Il periodo del concepimento è quindi tra i mesi di gennaio e febbraio. L’inizio di ogni anno nuovo è sempre particolarmente problematico e impegnativo, è difficile lasciare il vecchio e abituarsi anche solo a scrivere una nuova data sui documenti! C’è poi molta stanchezza per via del ritorno alla quotidianità frenetica dopo le vacanze natalizie. La voglia di dedicarsi all’amore quindi è poca.

Tra i segni più rari in Italia c’è anche il Sagittario. I nati tra il 23 novembre e il 21 dicembre sono infatti rari. Il motivo? Così come per lo Scorpione, dobbiamo sempre pensare al momento del concepimento. Gli appartenenti al segno zodiacale del Sagittario vengono concepiti nel periodo compreso tra i mesi di marzo e aprile.

Qui entra in gioco il cambio di stagione, che porta scompensi fisici e psicologici in termini di affaticamento e stanchezza. Il lavoro è nel pieno e arrivano le scadenze delle tasse. Il tutto non favorisce l’intimità. Raro in Italia anche il segno dell’Acquario. I nati tra il 21 gennaio e il 19 febbraio sono pochi, il loro concepimento è avvenuto tra maggio e giugno, mesi tipici di chiusura di bilanci. Finisce la scuola, si tirano le somme sul lavoro: non si ha tempo per l’amore.