Incredibile, scoperto un nuovo geranio: ecco come è fatto

Il geranio è un fiore decisamente apprezzato da tutti coloro che hanno il pollice verde. Si presenta con dei colori vivaci e brillanti che mettono chiunque di buon umore e il suo profumo pervade qualsiasi luogo in maniera veloce; rendendo più gradevole l’aspetto di giardini, terrazzi e balconi. Questa tipologia di fiore appartiene alla famiglia delle Geraniaceae e al  mondo sono presenti più di 300 specie. Recentemente degli studiosi ed esperti in questo settore hanno trovato un nuovo geranio, lo hanno chiamato Geranium Lucarinii, non si vedeva da oltre 150 anni. Il 1868 è la data ufficiale in cui è stato avvistato per la prima volta questo tipo di fiore. In passato era riconosciuto con il nome di geranio delle Marmore. A scoprirlo fu la contessa Elisabetta Fiorina Mazzanti. Anche se è servito tanto tempo il cold case risulta essere finalmente risolto.

La scoperta del nuovo geranio è accaduta di recente, il ritrovamento è avvenuto in Umbria dopo un secolo e mezzo. Il meraviglioso e originale esemplare di questo fiore ha riscosso un’ emozione decisamente forte da parte dei botanici di tutto il mondo, che non hanno mai smesso di cercarlo. Dopo tanta esplorazione a ritrovarlo sono stati i botanici Robert Wagensommer e Roberto Venanzoni.

Ecco come è fatto il nuovo geranio

Il nuovo geranio si presenta con un colore rosa profondo ed ha dei petali venali bianchi, questo fiore è decisamente apprezzato da tutti gli amanti floreali.

Infatti, ha attirato in primo luogo un determinato desiderio di sapere e conoscere sia della botanica dei Lincei che di tutti coloro che frequentavano la zona in maniera assidua. Dopo la scoperta del Geranium Lucarinii gli esperti e appassionati del mondo naturale sperano di trovare il più presto possibile altri esemplari.

Geranio ritrovato dal 1868: fiore raro in tutta Italia

Per il momento vi è la possibilità di osservarlo dal vivo nel giardino botanico del sito naturalistico ternano, dove numerosi fiori sono stati inviati dopo la scoperta.

La zona precisa in cui è avvenuto il ritrovamento del geranio delle Marmore non è stato comunicato e svelato dai ricercatori. Infatti, è tutt’oggi un luogo segreto. Questo particolare continua a restare sconosciuto a tutti dato che si tratta di una specie rara al mondo. L’unico lato che si conosce è che la zona in cui è avvenuta la scoperta riguarda le Cascate delle Marmore.

Sulla rivista a livello internazionale Phytotaxa il professore di Perugia ha dichiarato in un’intervista di voler onorare e offrire la specie endemica dell’Umbria a Domenico Lucarini. Questa dedica che il docente ha affermato riguarda il suo caro amico scomparso in maniera improvvisa; in quanto oltre che a essere il dirigente dell’erbario dell’Università di Camerino ha contribuito alla progettazione della zona botanica delle Cascate delle Marmore.

La regione Umbria è un posto ricco di sorprese sotto tanti i punti di vista soprattutto del settore naturalistico. Il Geranium Lucarinii presenta delle peculiarità e dei dettagli specifici con il Geranium Macrorrhizum, in base a determinati studi realizzati dagli studiosi della botanica si è dedotto che si tratta di una specie decisamente unica e rara. Dopo tanti anni di esplorazione continua e di ricerche finalmente si è ritrovato questo fiore quasi leggendario.


Puglia24News.it è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News