“Il kefir è pericoloso!”: ecco le conseguenze

Il kefir è un latte fermentato molto simile allo yogurt, molto fresco e salutare, ricco di probiotici e fermenti lattici che rendono la bevanda unica. Il suo sapore è leggermente acido. Tuttavia, negli ultimi anni c’è chi dice che fa male. In quest’articolo cercheremo di dare delle spiegazioni in merito. Il kefir è pericoloso: ecco le conseguenze

Il kefir: una bevanda alternativa

Amata da molti italiani, il kefir è una bevanda fermentata dal latte, è quasi uguale allo yogurt per il proprio lato cremoso e per via del gusto. Tuttavia, questa bevanda è stata e viene tutt’oggi utilizzata come una bevanda alternativa allo yogurt e al latte. Inoltre, il kefir può essere benissimo gustato in una tazza di cereali o insieme ai frutti di bosco. Certamente, è possibile assumere il kefir senza altri alimenti, se non fosse per il sapore un po’ acido. Nonostante tutto, al kefir si può aggiungere anche del cacao amaro, del caffè, della polvere di orzo, riso soffiato o semplicemente delle gocce di cioccolato.

Il kefir si può utilizzare anche per la preparazione di alcun dolci come crostate o cheesecake oppure per preparare delle salse abbastanza gustose. Quest’ultimo è un alimento molto amato dagli italiani. Eppure, ultimamente gira una voce che dice che assumere troppo kefir sia pericoloso. In quest’articolo cercheremo di spiegare i motivi e soprattutto il perché.

Kefir: pericoloso o innocuo

Bisogna prestare molte attenzioni alle voci che si sentono in giro. Qualcuno infatti afferma che il kefir sia davvero molto pericoloso. Tuttavia, il kefir si può preparare in casa. Se la preparazione di quest’ultimo viene effettuata in maniera sbagliata, possono sorgere complicazioni. Infatti, la conservazione del kefir deve essere monitorata con grande cura. Il vero problema starebbe nella contaminazione da parte dei batteri patogeni oltre che alle muffe, che riescono a seriamente in pericolo la salute di chi lo assume.

Solitamente, quando si vuole preparare a casa un probiotico, si utilizzano i grani di kefir. Ecco questo è altamente sconsigliato. Una volta che estrarremo il kefir dal frigorifero, la situazione sarà normale ma in realtà potrebbe aumentare il rischio di tossinfezione.

Quindi, dopo aver scoperto come il kefir possa essere da un lato pericoloso, scopriamo quali sono anche i benefici di quest’ultimo.

Kefir: benefici

Ci siamo concentrati su i pericoli a cui si può andare incontro assumendo il kefir ma, non possiamo certamente non parlare di quali sono i benefici che offre quest’ultimo. Infatti, il kefir è consigliato per gli intolleranti al lattosio, dato che non ne contiene. Il kefir tra l’altro è una bevanda che contiene molto calcio, molto utile per migliorare lo sviluppo delle ossa in tempi minori. Inoltre, il kefir è composto da molti sali minerali e fermenti lattici che aiutano a migliorare l’intestino.

Il kefir è anche un ottima bevanda per potenziare il sistema immunitario, aiuta a prevenire malattie come l’osteoporosi, protegge l’organismo dalla proliferazione microbica, facilita l’assorbimento dei nutrienti, favorisce la digestione, migliora la morbidezza della pelle, contrasta notevolmente l’acne, la dermatite topica e atopica, regola la pressione arteriosa e riduce il colesterolo cattivo.


Puglia24News.it è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News