“Non mangiare tonno in scatola!”: ecco l’incredibile motivo

Quante volte andate di fretta a causa del lavoro o per altri problemi e non avete il tempo di preparavi qualcosa di buono e consistente? Il tonno in scatola è un alimento che offre la possibilità di realizzare al volo un pasto veloce e squisito in pochi minuti. Si tratta di un ingrediente che spesso e volentieri troviamo sulle nostre tavole italiane. In linea generale il tonno in scatola è usato in cucina per condire la pasta, le insalate, gli stuzzichini e tante altre specialità ancora.

Eppure nonostante il tonno in scatola è un prodotto delizioso c’è chi dice che non dovrebbe essere consumato, ma vediamo insieme il perché?

“Non mangiare tonno in scatola!”: ecco l’incredibile motivo

Il pesce è un alimento decisamente importante per una sana nutrizione. Attraverso la consumazione di quest’ultimo si ha la possibilità di apportare all’organismo delle proprietà benefiche che aiutano a migliorarlo sotto tutti i punti di vista sia a livello fisico sia mentale.

Si tratta di un alimento che contiene il prezioso omega 3 e 6. Grazie a questi due antiossidanti vi è l’occasione di combattere velocemente l’attacco dei radicali liberi per quanto riguarda la proliferazione cellulare anomala che favorisce la comparsa di tumori. Inoltre attraverso queste due sostanze riuscirete a contrastare il fenomeno dell’invecchiamento cellulare. Grazie alla corretta assunzione di pesce potrete avere una pelle sempre giovane, liscia e vellutata.

Tramite questo alimento che contiene fosforo si ha l’occasione di mantenere attivo il cervello migliorando le capacità di concentrazione e memoria. Chi è attento alla linea e segue un regime alimentare sano ed equilibrato può sostituire la carne rossa con il pesce. Grazie alle sue caratteristiche nutrizionali l’organismo assimilerà tutte le vitamine e le proteine necessarie per un corretto funzionamento.

In commercio il pesce è disponibile in varie tipologie, un prodotto a base di questo alimento molto richiesto e venduto è il tonno in scatola; in quanto risulta più conveniente sia dal punto di vista del sapore sia economico.

Ma quali sono i pericoli che si possono incontrare se si mangia il tonno in scatola?

Rischi del tonno in scatola

Effettivamente ci sono dei pericoli che si possono riscontrare a livello salutare se si consuma in maniera eccessiva il tonno in scatola. Si tratta di un prodotto che può arrivare a contenere anche 600 milligrammi di sodio. Tale sostanza è considerata altamente pericolosa per l’organismo, un aumento di sodio può avere degli effetti negativi a livello sanguigno, in quanto potrebbe provocare anche un’embolia.

Gli esiti negativi di questo alimento non sono ancora finiti, un altro aspetto che si deve porre attenzione riguarda l’assorbimento dei metalli pesanti. Come ci insegna la natura il pesce più grosso mangia quello più piccolo e così via, anche il tonno fa la stessa cosa e spesso tende a ingerire anche i metalli pesanti senza accorgersene tra cui il mercurio. Di conseguenza nel momento in cui noi consumiamo il tonno in scatola o il pesce in generale andiamo incontro a delle problematiche serie, che potrebbero causare dei danneggiamenti specifici all’organismo sia al sistema immunitario, alla pelle, ai reni e all’apparato digestivo.


Puglia24News.it è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News