Quale verdura contiene più ferro? Ecco la classifica

Possedere una giusta quantità di ferro è molto importante per il corretto funzionamento dell’organismo. Quest’ultimo è un importante minerale che si trova per circa il 70% all’interno dei globuli rossi, il 10% si trova all’interno della mioglobina. Mentre il 20% restante si trova nel fegato, nella milza e nel midollo osseo. Quindi, è evidente come il ferro è davvero molto importante per l’essere umano. E’ possibile assumere il ferro attraverso le verdure, perciò sorge spontanea la domanda, quale verdura ha più ferro? Ecco la classifica.

Radicchio verde

La mancanza di ferro porta a avere alcuni sintomi come pallore, scarsa concentrazione, difficoltà a dormire, mal di testa, pressione bassa. Per fortuna è possibile guarire curando minimamente la propria alimentazione. E’ risaputo che il ferro lo si può ottenere attraverso la carne, ma non solo, quest’ultimo è contenuto anche nelle verdure. Nel radicchio verde è possibile trovare un alta concentrazione di ferro e grazie alla varietà delle verdure è possibile introdurlo facilmente in cucina. Infatti, il radicchio verde può essere ingerito cotto, crudo, in padella, marinato, grigliato o semplicemente insieme ad una gustosa insalata. Per sfuggire al gusto amaro si possono utilizzare dei condimenti come l’aceto balsamico, il succo di limone o la salsa di soia.

Rucola

Nella classifica, la rucola rientra al secondo posto. Infatti questa verdura possiede un ottimo quantità di ferro ( 5,2 mg/100 g ), e anche un ottima quantità di vitamina C, utile per rinforzare il sistema immunitario. E’ utile non rischiare di avere una carenza di ferro altrimenti le difese immunitarie rischiano di abbassarsi. La rucola è una verdura consigliata per non andare incontro a dei rischi. Quest’ultima è perfetta da condimento, sulle insalate o sulla pizza. Inoltre, mangiare la rucola permette al fegato di attivare un processo di depurazione, infine funziona anche da antitumorale.

Broccoli

Questa sicuramente è una delle verdure migliori al mondo. Infatti i broccoli, sono perfetti per incrementare nell’organismo la quantità di ferro. Inoltre, in quest’ultimi sono presenti anche altre proprietà come proteine, fibre e vitamine. Integrare i broccoli nella propria dieta personale, contrasterà l’invecchiamento delle cellule e la comparsa di eventuali tumori al colon, alla prostata e al seno. Mangiando i broccoli, nel corso del tempo ci sarà un aumento delle vitamine A, C, E , K e anche una buona percentuale di vitamina B.

Spinaci crudi

Anche gli spinaci crudi rientrano nella classifica delle verdure con più ferro. Ovviamente mangiare le verdure crude piuttosto che cotte concede il massimo dei benefici che si possono avere. Perciò, è giusto specificare che mangiare spinaci crudi aumenta la percentuale di ferro nel nostro corpo (2,9 mg/100 g). Sarebbe perfetto degustarli insieme ad una giusta quantità di limone per rendere il gusto un po’ più dolce. Questo sarebbe un ottimo modo integrare più ferro del solito.

Barbabietola rossa

Infine troviamo la barbabietola rossa. Risulta essere molto utile per far salire il ferro nel sangue, è estremamente consigliato per chi soffre di anemia. Nella barbabietola rossa si possono trovare iodio, potassio e sodio. Inoltre la barbabietola rossa aiuta a la pelle ad essere sempre prestante e giovane. Infine, la barbabietola rossa può essere consumata al forno, in insalata o centrifugata come bevanda integrante.