Francesco Acerbi: chi è, età, carriera, malattia e vita privata

Francesco Acerbi, difensore centrale in forza alla Lazio, appare regolarmente tra i convocati della Nazionale Italiana che sarà impegnata a Euro 2020. Francesco è da diversi anni tra i centrali difensivi più affidabili del nostro campionato.

Francesco Acerbi, Cresciuto calcisticamente nel Pavia, esordisce nel 2006 tra i professionisti e dopo diversi i prestiti a Spezia e Trieste, nel 2008 ritorna alla base e disputa 56 presenze in due anni prima di passare alla Reggina, in serie B, prima in comproprietà e poi a titolo definitivo, dove vi resta fino al 2011, quando viene acquistato dal Genoa che lo cede in compartecipazione al Chievo Verona, dove colleziona 20 presenze totali in quella che è la sua stagione di debutto in massima serie: la giovane età, sommata alle buone doti dimostrate sul rettangolo verde valgono il passaggio al Milan nel 2012, dove tuttavia non riesce ad imporsi non andando oltre le 10 presenze totali.
La sua carriera e la sua vita hanno una svolta nel 2013, durante il suo passaggio al Sassuolo: durante le visite mediche con i neroverdi gli viene diagnosticato un tumore al testicolo, obbligandolo ad un’intervento che ritarderà il suo esordio di diverse settimane, e dopo alcuni mesi dal primo intervento, durante i controlli antidoping gli viene diagnosticata una gonadotropina corionica, che sarà il preludio di un ritorno del cancro, costringendolo ad un nuovo stop. Francesco reagisce caratterialmente ed fisicamente, dopo 3 mesi di chemioterapia, il centrale difensivo ha visto incrementare il livello delle prestazioni una volta sceso in campo.
Ritornerà in campo nell’estate del 2014 e da allora diventa un punto fermo dei neroverdi, tanto da guadagnarsi il passaggio alla Lazio che lo acquista nel 2018 per 10 milioni di euro e diventando presto insostituibile per Simone Inzaghi: in biancoceleste ha raccolto finora 129 presenze e 9 reti mentre in nazionale il suo score è di 12 presenze ed una rete.

Francesco Acerbi è legato sentimentalmente con Francesca Scarpari.