“Bere aceto di mele fa male!”: ecco le conseguenze

L’aceto di mele è uno dei condimenti più salutari che possiamo trovare sulla nostra tavola. Con l’aceto di mele possiamo dare più gusto alla nostra insalata o al contorno di verdure che accompagna un secondo nel piatto.

Molto conosciuti sono i rimedi casalinghi a base di aceto di mele, come il suo utilizzo in qualità di sgrassante di superfici e di sanitari o il suo impiego cosmetico per la lucentezza dei capelli.

Dal punto di vista del benessere, l’aceto di mele ha molte proprietà salutari per l’organismo. Si può infatti utilizzare in una soluzione insieme all’acqua naturale ed essere bevuto la mattina per depurare l’organismo eliminando le tossine in eccesso e favorendo il drenaggio dei liquidi eccedenti.

La soluzione di acqua e aceto aiuterà inoltre a ridurre i gonfiori addominali, a migliorare la circolazione del sangue regolando il pH organico, a migliorare le funzioni intestinali e la digestione. Nonostante questi benefici esiste però chi afferma con fermezza: 

“Bere aceto di mele fa male!”: ecco le conseguenze

Bere aceto di mele può avere effetti positivi sull’organismo. Ci sono però anche delle conseguenze di cui bisogna tenere conto. Per prima cosa e come per tutti gli alimenti, non bisogna esagerare il consumo di aceto di mele.

Esagerando con le dosi infatti, invece dei benefici desiderati si otterrebbero degli effetti completamente opposti. Troppo aceto di mele nella dieta può provocare problemi importanti all’organismo come la riduzione della densità ossea e la riduzione dei livelli di potassio nel sangue.

Altra categoria di soggetti che può avere problemi con l’aceto di mele è quella delle persone che assumono regolarmente farmaci. Sono infatti possibili le interazioni dell’aceto di mele nei confronti di alcuni principi attivi contenuti in determinati medicinali.

In particolare è sconsigliato assumere aceto di mele se si prendono farmaci per il cuore, medicinali per la cura del diabete, farmaci diuretici e lassativi.

Ulteriori considerazioni

Abbiamo capito quali possano essere le conseguenze del bere aceto di mele. Certo l’alimento ha proprietà salutari ma bisogna sempre fare attenzione alle sue dosi e alle sue interazioni con i farmaci. Da ricordare è poi sempre il non bere aceto di mele puro. Bere aceto di mele puro è un errore che può provocare danni al cavo orale. Ciò avverrebe sempre quando se ne abusano le dosi. L’aceto di mele può corrodere lo smalto dei denti e intaccare quindi la salute del sorriso.

L’acidità dell’aceto può poi essere un rischio in caso di afte o lesioni in bocca. L’acidità corrosiva dell’aceto può inoltre infiammare molto la gola e le mucose orali. E’ consigliato quindi, nel caso di volersi avvalere delle proprietà benefiche dell’aceto di mele dopo aver considerato le opportune controindicazioni, bere l’alimento sempre diluito in un bicchiere di acqua minerale naturale a temperatura ambiente, non troppo fredda.

Eventualmente, per migliorare il sapore della soluzione e, al contempo, addizionare a quelle dell’aceto altre proprietà salutari, si può aggiungere al bicchiere un cucchiaino di miele come dolcificante.


Puglia24News.it è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News