Come scegliere il decespugliatore più adatto alle proprie esigenze

Il decespugliatore è uno degli strumenti più utili per la manutenzione del giardino. Sul mercato sono presenti numerosi modelli differenti, ognuno più adatto a specifiche esigenze.

Ma come scegliere il decespugliatore? Naturalmente i fattori da prendere in considerazione sono molteplici, in primis bisognerà valutare se si necessita di un prodotto base oppure di uno strumento per uso professionale, come il decespugliatore stihl fs 240 r.

Guida alla scelta del decespugliatore

 

Per comprendere quale sia la macchina di cui realmente si necessita bisogna valutare il tipo di utilizzo che se ne vuole fare, solo in questo modo si potranno filtrare i modelli più adatti alle proprie esigenze.

Ad esempio, se il decespugliatore servirà soltanto per tagliare i bordi del giardino, un decespugliatore di piccole dimensioni e con potenze limitata sarà più che sufficiente. Se invece lo si vuole utilizzare per il taglio del prato servirà uno strumento professionale e con una potenza maggiore. Quanto maggiore sarà l’ampiezza del lavoro da svolgere, tanto più potente dovrà essere il motore a scoppio. Nei casi in cui si voglia utilizzare un decespugliatore per tagliare piccoli arbusti, sottobosco oppure rovi bisognerà utilizzare una macchina di grossa cilindrata, con una lama o un disco, piuttosto che un semplice laccio.

Tipi di alimentazione dei decespugliatori

I decespugliatori possono essere alimentati sia elettricamente che con il motore a scoppio, anche in questo caso la scelta dell’alimentazione varia in base al tipo di utilizzo dello strumento. Con l’alimentazione elettrica si possono svolgere piccoli lavori, anche perché molti modelli prevedono il filo, di conseguenza sarebbe scomodo utilizzarlo per lavori di ampia portata. Per quanto riguarda invece i motori a scoppio ci sono diverse cilindrate, dai più piccoli che vanno dai 20/25 cc fino ai 40/50cc, comunque in linea generale modelli con 30 cc sono sufficienti per svolgere un gran numero di lavori, soprattutto a livello domestico.

Impugnatura del decespugliatore

Per un utilizzo ottimale, il decespugliatore deve avere una impugnatura ergonomica. Alcuni modelli, soprattutto quelli di minori dimensioni, possono essere impugnati con una sola mano. Già per i modelli medi, invece, è necessaria una impugnatura a due mani, per garantire maggiore stabilità.

Come utilizzare il decespugliatore

L’utilizzo del decespugliatore non è particolarmente complicato, bisogna però tenere presenti alcuni accorgimenti per destreggiarlo al meglio e per evitare incidenti. Bastano solo pochi accorgimenti per poter portare a termine il lavoro velocemente e in totale sicurezza. Uno dei principali accorgimenti da porre in essere quando si falcia l’erba col decespugliatore è proteggersi, quindi indossare un abbigliamento sufficientemente protettivo, delle cuffie anti rumore e una visiera per proteggere gli occhi da eventuali detriti o piccole pietre. È sconsigliabile tagliare l’erba troppo vicino a reti oppure fili di ferro poiché il laccio potrebbe attorcigliarsi intorno e rovinare il decespugliatore. Inoltre è importante controllare che non vi siano troppe pietre e detriti all’interno del prato per evitare che possano schizzare e danneggiare cose o persone che si trovano nell’area. Altro consiglio è quello di evitare di tagliare oggetti metallici.


Puglia24News.it è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News