Mangiare i fichi con la glicemia. Incredibile. Ecco cosa accade

I fichi freschi hanno un indice glicemico basso (35). Il valore si abbassa quando entra in relazione gli zuccheri contenuti nella singola porzione e danno vita al carico glicemico.

I fichi fanno bene a chi ha il diabete?

Contengono molte fibre (circa 3 grammi per 100 grammi) e acqua, circa il 79%. Si possono gustare  senza paura di ingrassare o di sbilanciare troppo la glicemia. Le calorie per porzione sono sicuramente di più di quelle di un’insalata ma meno di quelle contenute nel pane o nella pasta. Bisogna solo mangiarli con molta attenzione e senza esagerare. Il segreto per non avere problemi è di non mangiarne troppi e di non esagerare. Attenzione però ai fichi secchi che non fanno bene a chi ha il diabete.

Cosa contengono i fichi?

Tanto potassio ma anche ferro e calcio. I fichi sono anche ricchi di vitamina B6: tre fichi ne contengono 0,18 mg, pari al 9% del fabbisogno giornaliero. Sono anche ricchi di vitamine del gruppo A, B1, B2, PP, C. La discreta presenza di vitamina A, in abbinamento al potassio, al ferro ed al calcio risulta avere proprietà benefiche e rinforzanti nei confronti di ossa e denti. Nella tradizione popolare questi frutti sono noti come rimedio per molti problemi di salute, tra i quali anche i tumori. Contengono Omega 3 ed Omega 6. Due aicidi grassi che sono in grado di ridurre il rischio di malattie coronariche.

Quale frutta abbassa la glicemia?

SI mirtilli hanno un basso contenuto di zuccheri. Il loro consumo regolare, così come l’assunzione del loro succo, supporta la regolazione dei livelli di zucchero nel sangue. Forniscono allo stesso tempo un valido contributo al sistema cardiovascolare. Consumare mirtilli secchi o disidratati può essere un buon modo per assumere fibre e zuccheri ottenendo una risposta glicemica positiva. Assumere mirtilli a basso contenuto di zuccheri è un buon modo per assumere la fibra che rallenta l’assorbimento del glucosio. Una dieta ricca di mirtilli abbassa i livelli di colesterolo nel sangue mentre migliora il controllo del glucosio e della sensibilità alla insulina.

Quali formaggi fanno male al diabete?

Il grasso dei formaggi, diminuirebbe del 23% il rischio di sviluppare diabete grazie all’influenza positiva sul metabolismo del glucosio e la sensibilità all’insulina. Per i diabetici sono da evitare i formaggi più ricchi di grassi che sono mascarpone, gorgonzola, caciotta, formaggi stagionati. Per chi soffre di diabete sono da preferire la ricotta di vacca, il fioridilatte, primosale, i formaggi freschi un paio di volte alla settimana. Sono da evitare questi formaggi:

  • Mascarpone.
  • Caprice des Dieux.
  • Vacherin Mont d’OR.

Puglia24News.it è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News