Le melanzane si possono mangiare crude? Ecco la verità

Ovunque cerchiamo possiamo trovare una lunga lista di ortaggi colorati e gustosi che possono essere consumati crudi. Ma non è il caso delle melanzane. 

Proprietà delle melanzane 

Queste verdure dalla buccia viola sono tra le più cercate, soprattutto in estate. Vanno bene infatti per essere fritte, impanate, arrostite o al forno. Sono un antipasto piuttosto leggero e salutare se non vengono preparate con grassi eccessivi. 

Le melanzane sono di per sé salutari perché il loro apporto calorico è molto basso grazie al contenuto di acqua e fibre.  Non contengono glutine e grazie all’alto contenuto di acqua, sono considerate depurative. Le melanzane contribuiscono ad abbassare il tasso di colesterolo cattivo. Sono anche conosciute per migliorare l’afflusso di sangue al cervello. 

Si possono mangiare melanzane crude? 

Al contrario di tanti altri ortaggi, come i peperoni, cetrioli, pomodori o zucchine, che si possono anche consumare crudi, è preferibile cucinare le melanzane prima di consumarle. Perché non possono essere mangiate crude? Prima di tutto è importante sapere che questi ortaggi, anche se salutari, contengono una sostanza chiamata solanina. Si tratta di una sostanza che può portare a controindicazioni se consumata in eccesso. A causa del sapore sgradevole, della scarsa digeribilità e del contenuto di solanina, le melanzane crude non sono considerate commestibili. 

Al contrario, quando le melanzane vengono sottoposte a cottura, queste sgradevoli caratteristiche vengono annullate dando loro quel sapore ricco e apprezzato dal palato. 

Preparare le melanzane prima di cucinarle 

La melanzana, una volta acquistata, può essere conservata in frigorifero per una settimana. Meglio mantenere il picciolo, perché riesce a mantenere la freschezza. 

Prima di cucinare, potete ricorrere ad un trucco molto efficace per liberarvi dei liquidi amari contenuti nelle melanzane. Molte ricette, infatti, suggeriscono di tagliarle a fette per salarle. Si può notare, dopo solo qualche minuto, che ortaggi cominceranno a “sudare”. Drenare quest’acqua marrone favorisce la morbidezza della melanzana, diminuendo anche il contenuto di solanina. 

Bisogna tener conto, comunque, di non eccedere con i condimenti, in particolar modo l’olio. La melanzana ha l’incredibile capacità di assorbire in modo particolare i grassi. 

Questo articolo non vuole spaventarvi con la storia delle melanzane tossiche. Il suo scopo è quello di fornire qualche informazione utile onde evitare spregevoli controindicazioni. Una volta cucinate a vostro piacimento, godetevi le vostre melanzane! Ma attenti a non eccedere.