Cosa succede se mangi i funghi crudi? ecco la risposta ufficiale

L’errore comune è quello di credere che i funghi non possono essere mangiati crudi. Eppure, non è così. È possibile mangiarli anche se non vengono prima cotti. Ovviamente vale solo per alcuni di tipi di funghi. 

I funghi sono organismi eucarioti, unicellulari e pluricellulari. Ci sono più di 700 000 specie conosciute, ma la diversità è stimata in più di 3 milioni di specie. 

I funghi possono essere mangiati crudi? 

Si dice che i funghi crudi abbiano più sapore di quelli cotti. Dunque, è possibile mangiarli crudi? La risposta semplice è: sì. Prima di mangiarli ovviamente bisogna pulirli per bene. I funghi crudi conservano meglio le proprietà benefiche come: 

  1. antiossidanti 
  1. vitamine, (gruppo B) 
  1. sali minerali 
  1. carboidrati 
  1. proteine vegetali 

Anche se i funghi possono essere consumati crudi, si deve fare attenzione alla qualità ed al tipo! Ricordiamo che le tipologie di funghi sono migliaia, e tra queste ci sono anche i tipi velenosi. 

I funghi più ricercati per ricette gustose sono senza dubbi i Porcini. Questo tipo, infatti, si trova di solito in molti risotti o altri primi piatti. In questi casi il porcino sarà cotto, ma nulla vieta di poterlo consumare crudo. I funghi porcini hanno un gusto inconfondibile, esattamente come il loro odore. 

Altri tipi di funghi  

Tra altre tipologie di funghi da poter mangiare crudi troviamo il Prataiolo, la “Lingua di bue”, il “Prugnolo” ed il “Cardoncello”.  I primi due tipi sono molto chiari. Il cappello può essere anche ocra. Molto spesso sono confusi con gli champignons. Questi tipi di funghi sono usati per moltissime ricette e sono ideali per primi piatti e contorni. 

La “Lingua di bue” è molto più gustosa da cruda. Con la cottura si rischia anche di eliminare una gran parte della vitamina C. Il suo nome è dovuto alla sua forma di un cappello molto piatto e sottile. 

Perché alcuni funghi sono migliori se crudi 

Come abbiamo accennato, in alcuni casi, i funghi sono più buoni crudi. Il motivo risiede nel gusto, ma anche nei valori nutrizionali che, durante la cottura, possono diminuire radicalmente.  

I funghi crudi sono fonte di proteine vegetali, di carboidrati e antiossidanti. Le vitamine contenute nei funghi sono quelle del gruppo B, i quali sono utili per l’apparato circolatorio e immunitario. 

Note finali: 

È importante notare che, anche se queste tipologie di funghi possono essere mangiati crudi, dobbiamo accertarci che siano freschi e maturi. È molto più facile digerire i funghi cotti piuttosto che quelli crudi, ma questo dipende da persona a persona. 

D’altra parte, tornando alla cottura, quando i funghi vengono cucinati abbiamo più probabilità di uccidere i batteri! 

Ultimo appunto, e molto importante, sottolineano l’importanza di accertarci che i funghi che vogliamo mangiare siano realmente commestibili! Esistono migliaia di tipi di funghi e alcuni sono mortali o molto velenosi.